RedBull World Series 2016: Francia – La Rochelle ospita la quarta tappa

silchenko2015larochelle

Il circuito delle grandi altezze delle RedBull World Series torna in Francia per una delle tappe più suggestive (e temute) del tour mondiale, nonché la prima città ad aver mai ospitato una gara di high diving. A La Rochelle, l’antica roccaforte templare nel Golfo di Biscaglia, è previsto infatti che ci si tuffi dalla balconata della Tour Saint Nicolas, quella che è stata una delle due principali difese del porto della città per secoli. Il centro storico di La Rochelle è praticamente intatto, e la rende la location più pittoresca del circuito del cliff diving.

La tappa francese è l’ultima tappa riservata esclusivamente agli uomini in questa edizione: lo scorso anno, Steven LoBue ha rischiato di infortunarsi seriamente colpendo la piattaforma di testa, ma è riuscito a cavarsela con un profondo graffio.

A guidare la classifica maschile dopo tre gare è il campione di tappa e di circuito dello scorso anno, Gary Hunt, che ha iniziato questa stagione con un testa a testa con Jonathan Paredes, che aveva invece tenuto la testa della classifica generale dopo le prime due.

Gli atleti “fissi” di questa edizione delle World Series saranno regolarmente presenti: per gli uomini, i britannici Gary Hunt e Blake Aldridge, gli americani Andy Jones, David Colturi e Steven LoBue, il colombiano Orlando Duque, i messicani Jonathan Paredes e Sergio Guzman, il russo Artem Silchenko (nella foto) e il ceco Michal Navratil.

Le wildcard per questa tappa sono il francese Cyrille Oumedjkane, il brasiliano Jucelino Junior, il polacco Kris Kolanus e il bielorusso Viktar Maslouski.

 

PROGRAMMA GARE (ora italiana)

Sabato 23 luglio
17:30 Inizio gara
18:50 Inizio diretta
20:30 Premiazione

La trasmissione delle gare è garantita per le fasi finali della gara, che saranno trasmesse tramite le app di RedBull TV, disponibili per qualsiasi tipo di dispositivo mobile e per le principali console, e sul sito ufficiale delle World Series. La replica verrà resa disponibile qualche minuto dopo l’evento.

Foto: V. Curutchet/Red Bull Archive