Europei Giovanili: Rijeka – buon quinto posto per Porco da 3 metri

porco-3m

Un solo italiano ha gareggiato nel quarto pomeriggio di gare agli Europei Giovanili di Rijeka: si tratta del cosentino Francesco Porco, quarto questa mattina in eliminatoria da 3 metri, categoria “A”.

La prima delle due finali in programma, il metro femminile, non vedeva infatti la presenza di atlete italiane, con Granelli e Tramentozzi eliminate già al mattino: la gara è stata molto tirata, come spesso accade dal trampolino più basso, ma l’ottima qualità dei tuffi di Kaja Skrzek, promettente atleta polacca, le hanno fatto vincere una medaglia d’oro che ci si aspettava andasse ad atlete più quotate dal punto di vista internazionale, come Rother, Fowler o soprattutto Ekatarina Nekrasova. La rappresentante della Polonia, forte di un uno e mezzo rovesciato degno di nota, ha invece chiuso in testa a 391.45 punti, 60 centesimi in più rispetto alla russa (390.85), mentre al terzo posto un’altra piccola sorpresa con la svizzera Michelle Heimberg che vince il bronzo a poca distanza (386.35).

1
Kaja Skrzek Poland
391.45
2
Ekatarina Nekrasova Russia
390.85
3
Michelle Heimberg Switzerland
386.35
4
Jana Lisa Rother Germany
364.55
5
Millie Fowler Great Britain
362.60
6
Lene Krüger Germany
360.10
7
Frida Kallgren Sweden
359.65
8
Emma Gorebrant Gullstrand Sweden
357.90
9
Millie Haffety Great Britain
353.45
10
Madeline Coquoz Switzerland
350.45
11
Roosa Kanerva Finland
343.80
12
Kira Shchennikova Russia
291.60

 

La finale da 3 metri maschile, l’unica con un nostro atleta in gara, ha visto purtroppo sfumare abbastanza presto le speranze di medaglia: dopo il buon doppio e mezzo avanti con avvitamento, è stato un po’ impreciso in entrata sia sul triplo e mezzo avanti sia sul doppio e mezzo indietro, perdendo punti preziosi che gli sono poi costati addirittura il podio.

Molti atleti di punta hanno infatti sbagliato molto: i britannici e i russi, che aspiravano a una medaglia, si sono classificati tra il sesto e il nono posto! Ad aggiudicarsi le prime tre posizioni sono stati i tre atleti più regolari: vince dominando il berlinese Patrick Kreisel (550.30), mentre la lotta serrata per l’argento è stata vinta dal francese Gwendal Bisch (517.20) sul danese Andreas Larsen (511.70).

Francesco Porco ha chiuso alla fine al quinto posto con 485.35 punti, una posizione comunque buona e che in ogni caso convalida ancora una volta la sua futura presenza ai Mondiali di Kazan.

Il risultato prosegue la sua ottima prestazione agli Europei fino a questo punto, dopo l’argento nella prova a squadre e, soprattutto, l’oro da 1 metro.

1
Patrick Kreisel Germany
550.30
2
Gwendal Bisch France
517.20
3
Andreas Sargent Larsen Denmark
511.70
4
Lou Massenberg Germany
498.55
5
Francesco Porco Italy
485.35
6
Jordan Houlden Great Britain
484.40
7
Nikita Nikolaev Russia
480.90
8
Artem Bezhdenezhnykh Russia
468.70
9
Anthony Harding Great Britain
468.35
10
Matthew T. Wade Spain
463.90
11
Jonathan Suckow Switzerland
460.40
12
Yury Naurozay Belarus
453.40

Francesco Porco, Italy

Round
Dive
#
m
DD
J1
J2
J3
J4
J5
Total
Points
Score
b/f
204.70
1
5152
B
3
3.0
7
6
7
6
19½
58.50
263.20
2
107
B
3
3.1
5
16½
51.15
314.35
3
205
B
3
3.0
6
19
57.00
371.35
4
305
B
3
3.0
6
6
6
6
18
54.00
425.35
5
405
B
3
3.0
7
7
20
60.00
485.35
15.1
Rank
5