FINA Diving Grand Prix: Rostock – Verzotto 12° e in semifinale, Placidi out

AsWGgzx4xXJ0xebDTdHgwUh3QIwrf1oT_7AwWeladWY7

L’ultima mattinata di gare per questo Grand Prix di Rostock si è svolta interamente sulla piattaforma. A iniziare l’eliminatoria individuale maschile, con due atleti italiani in gara: Maicol Verzotto ha iniziato abbastanza bene, in particolare il tuffo dalla verticale andato sopra i 70 punti, e si ritrovava nono a metà gara, ma sia il triplo e mezzo ritornato sia, soprattutto, i due tripli e mezzo con rotazione indietro, lo hanno portato a fermarsi a un punteggio piuttosto basso, 317.50 punti, e a salvarsi per poco dall’eliminazione. Da dodicesimo, ritroverà in semifinale Jian Yang, i tedeschi Barthel e Stein, l’armeno Harutyunyan e il norvegese Valheim.

Gara da dimenticare invece per Mattia Placidi, mai in gara per un posto in semifinale e con numerosi errori nella sua serie di gara: il suo punteggio, 278.20, lo relega all’ultimo posto della classifica, lontano quasi 40 punti dalla qualificazione.

10m_uomini_e

Il sincro donne dalla piattaforma, come sempre, è stato una gara per “poche intime”: solo sei le coppie in gara, con le cinesi che hanno fatto competizione a sé e le altre a competere per un posto sul podio. A spuntarla sono state le padrone di casa Kurjo e Phan, argento, sulle ungheresi Kormos e Reisinger, che ancora una volta hanno sfruttato i bassi coefficienti di tuffi eseguiti con eleganza, come da scuola locale. Fuori concorso, e quarta per soli 0.72 punti, la seconda coppia tedesca formata da Tina Punzel e Christina Wassen.

10msy