FINA Diving Grand Prix: Rostock – Verzotto quarto in semifinale

AjE6aNvyHQt8ozFeUZzM66eKhTTGc6rBn3dgSQMXWYvd

Il pomeriggio di gare alla Neptunhalle ha visto i piattaformisti disputarsi i tre posti in palio in ciascuna semifinale: con Placidi eliminato, è toccato a Maicol Verzotto provare a competere contro una concorrenza piuttosto agguerrita. Rispetto all’eliminatoria, dove era arrivato dodicesimo e aveva sbagliato molto, l’azzurro ha eseguito tuffi molto migliori e ha ottenuto un punteggio più vicino al suo reale valore, tuttavia i 394 punti non sono bastati per arrivare tra i primi tre: troppo il divario non solo con il cinese Yang, capace di ottenere 525 punti pur portando un “obbligatorio” come l’uno e mezzo indietro con un solo avvitamento, ma anche con il tedesco Barthel e l’armeno Harutyunyan, che hanno ben figurato nei tuffi ad alto coefficiente. Per Verzotto il quarto posto e una prestazione che comunque consola in chiave Coppa del Mondo.

semiA

Nell’altra semifinale, il cinese Tai Xiaohu è incappato in un quadruplo e mezzo da dimenticare e ha rischiato grosso, in quanto si è ritrovato sopravanzato dal francese Auffret, in grandissima forma, e dal canadese Riendeau, ma si è ritrovato il fiato sul collo dello svedese Tolvers, anche lui in grande ripresa rispetto alla mattina. Per Tai soltanto il terzo posto e appena 16 punti di vantaggio, ma stasera probabilmente la musica sarà ben diversa, Auffret e Barthel permettendo…

 

semiB