Coppa Rio: 2016 – Cagnotto e Dallapé, sempre vincenti.

Finite le semifinali pomeridiane Flavia Pallotta, Giulia Vittorioso, Andreas Billi e Lorenzo Marsaglia sono andati a completare il gruppo dei finalisti, composti da: Tania Cagnotto, Francesca Dallapé, Chiara Pellacani, Laura Anna Granelli, Laura Bilotta ed Estilla Mosena per la gara femminile da 3 metri; e da Tommaso Rinaldi, Giovanni Tocci, Andrea Chiarabini, Michele Benedetti, Adriano Ruslan Cristofori e Gabriele Auber per la gara maschile da 1 metro.

La prima finale è stata quella femminile: non c’è stata propria storia con la Cagnotto e la Dallapé a fare una gara a parte. Per Tania una bella gara, molto simile a quella vista in mattinata, e la prima posizione con 327 punti.

Francesca, che ha cambiato l’ordine dei sui tuffi in gara iniziando con il doppio e mezzo indietro ed il doppio e mezzo rovesciato – scelta vincente – ha portato a casa la seconda posizione, ma sopratutto 309 ottimi punti.

Dietro di loro, a contendersi la prima ed unica medaglia abbordabile – anche per l’assenza di Maria Marconi – Laura Anna Granelli e Laura Bilotta; entrambe hanno commesso errori e la sfida tra le due l’ha vinta la Bilotta, anche perché la Granelli é incappata in un “tuffo nullo” – doppio e mezzo rovesciato –  che le ha tolto ogni speranza.

Meno precisa e concentrata rispetto alla mattina la giovane promessa Chiara Pellacani che ha comunque dato prova di poter fare bei tuffi anche a livello assoluto: per lei la quinta posizione e 191 punti.

Molto avvincente la finale maschile da 1 metro: determinatissimo Giovanni Tocci, ha guidato la gara con ottimi tuffi e poche imprecisioni, mantenendo fino alla fine il comando. Ad inseguirlo tutto il gruppo dei finalisti: Andrea Chiarabini e Tommaso Rinaldi, ma anche da Gabriele Auber che per la finale ha sfoggiato una serie particolarmente difficile con il triplo e mezzo avanti carpiato ed il doppio e mezzo rovesciato carpiato.
Tocci ha chiuso a quota 393 punti, un ottimo inizio di stagione, Andrea Chiarabini si è piazzato secondo con 367 punti, mentre Rinaldi ha chiuso il podio con 346 punti. Medaglia di legno per Auber – 340 punti – ma ottime prospettive per il futuro.

  
A chiudere la giornata la finale femminile di tuffi sincronizzati da 3 metri, dove hanno preso parte 6 coppie, quasi tutte molto giovani.

Per Tania Cagnotto e Francesca Dallapé è stato un ottimo allenamento in vista della Coppa del Mondo dove andranno a caccia della qualifica olimpica, con i 277 punti di oggi hanno scaldato i motori che a Rio dovranno andare a tutta birra; molto brave anche le seconde classificate Chiara Pellacani e Giulia Vittorioso, tra le più giovani in gara, che hanno chiuso con 216 punti, davanti alla coppia “di casa” formata da Estilla Mosena e Silvia D’Alessio – 208 punti.

  
La gara maschile dei tuffi sincronizzati dalla piattaforma non é stata disputata a causa del ritiro dell’unica coppia iscritta, quella formata da Francesco Dell’Uomo e Maicol Verzotto.