Redbull Cliff Diving World Series 2015: Mostar – Paredes sventa il colpaccio di Hunt.

Paredes Mosar 2015

 

Gary Hunt voleva scrivere ancora un pezzo di storia dei tuffi dalle grandi altezze, voleva alzare ancora di più l’asticella, ma oggi il messicano Jonathan Paredes ci ha messo lo zampino e gli ha rovinato tutti i sogni di gloria. Non che al britannico ne manchi, di gloria: è il “cliffdiver” più titolato del mondo e del momento e la settimana passata si è conquistato il titolo di Campione del Mondo come high diver ai Mondiali di Kazan.

Ma la sesta tappa della World Series della Redbull non è stata la sua e già si era presagito dal round preliminare di ieri, il “seeding” in cui Paredes aveva conquistato i vertici della classifica. Già a Kazan si era fatto notare, chiudendo il Mondiale con la medaglia d’argento proprio dietro Hunt, e oggi c’è stato il sorpasso.

Mentre Hunt ed il russo Artem Silchenko, oro e bronzo a Kazan, sono usciti evidentemente dallo stato di forma ottimale visto la settimana passata, così non è successo per Paredes che si è così meritatamente la sua prima vittoria in una tappa delle World Series; fino al secondo round Hunt e Paredes erano testa a testa, ma poi al terzo giro il britannico ha clamorosamente sbagliato uno dei suoi cavalli di battaglia, il triplo avanti con 3 avvitamenti e mezzo. A niente è servito eseguire molto bene l’ultimo tuffo: ormai il messicano, forte di 4 tuffi tutti con la media del 9, era ormai in volata verso il gradino più alto del podio, seguito dal suo connazionale Sergio Guzman, invitato a partecipare come “wildcard” ha acchiappato la medaglia d’argento daventi agli occhi increduli di molti.

Terza posizione per lo statunitense David Coulturi, tuffatore non eccezionale, ma sempre costante.

POS NAME NAT SCORE
1. Jonathan Paredes MX 480.90
2. Sergio Guzman (Wildcard) MX 471.05
3. David Colturi US 470.60
4. Michal Navratil CZ 457.95
5. Gary Hunt GB 453.40
6. Andy Jones US 425.55
7. Orlando Duque CO 425.30
8. Anatoliy Shabotenko (Wildcard) UA 387.10
9. Steven LoBue US 300.50
10. Blake Aldridge GB 292.00
11. Artem Silchenko RU 237.00
12. Todor Spasov (Wildcard) BU 224.10
13. Jorge Ferzuli (Wildcard) MX 194.00
14. Jucelino Junior BR 0.00
A guidare la classifica generale c’è sempre e comunque Gary Hunt e nonostante la debacle di oggi sarà impossibile per i suoi avversari colmare il divario di punti che ha creato vincendo tutte le precedenti tappe. Il prossimo appuntamento, il penultimo, sarà quindi fondamentale per tutti: riusciranno Duque e Paredes ad agganciare Hunt oppure il grande acrobata vincerà anche quest’anno con una manche di anticipo?
Appuntamento al 13 settembre a Polignano a mare per scoprirlo!
Foto: Foto: Dean Treml/Red Bull Cliff Diving