NewSplash: Tania Cagnotto intervistata a Kazan.

tania intervista kazan

Per Tania Cagnotto neanche il tempo di atterrare che l’ufficio stampa del comitato organizzatore dei Mondiali di Kazan era lì ad attenderla! Ma d’altro canto non è un segreto che la nostra Azzurra sarà una delle protagoniste di questi Campionati ed è così che è “scattata” la prima intervista internazionale.

La fonte dell’intervista è il sito ufficiale dei Mondiali: Kazan 2015.

“A 3 giorni dall’inizio delle gare dei 16° Mondiali di tuffi, Tania Cagnotto è arrivata a Kazan insieme alla squadra italiana. Tania è una leggenda dei tuffi europei, si dice che l’abilità della trentenne nata a Bolzano sia il risultato di un perfetto mix genetico: il papà, Giorgio Cagnotto, è stato 4 volte medagliato alle olimpiadi  e la sua mamma, Carmen Castainer, ha partecipato alle Olimpiadi del 1976. Tania ha vinto la sua prima medaglia a 14 anni ed ha già partecipato a quattro Olimpiadi.

Tania ci puoi parlare dei tuoi obiettivi per questi Mondiali di Kazan?

Tania Cagnotto:”Questi saranno i miei ultimi Mondiali e tutto quello che voglio è godermeli. Gareggerò da 1 metro, 3 metri e nelle due gare sincro dal trampolino di 3 metri in cui spero di qualificarmi per le Olimpiadi di Rio, dopo le quali concluderò la mia carriera di atleta.

Quali sono le tue principali avversarie?

TC:”Le atlete della Cina, Australia, Canada e ovviamente Russia.”

Tania il tuo nome in Russia è molto comune, mentre non si sente spesso in Italia. C’è per caso un aneddoto dietro la scelta del tuo nome?

TC:”No, nessuna storia. Mia madre ha sempre apprezzato il nome “Tatiana” e Tania ne è il diminutivo. So che in Russia c’è un soprannome per “Tania”: “Tanyushka”. Mi piace come suona!

Le gare di tuffi dei Campionati Mondiali inizieranno domani!

middle_news_IMG_1515_resize