Campionati Italiani Assoluti: Bergamo – day 3, avanti Marconi e Verzotto

IMG-20150712-WA0006

Terza e ultima mattina di eliminatorie al centro sportivo Italcementi di Bergamo per gli Assoluti Estivi di tuffi; questa mattina gli atleti erano a caccia delle qualificazioni per il metro femminile, la piattaforma maschile e il sincro 3 metri maschile.

Assenti sia Tania Cagnotto che Francesca Dallapè da 1 metro, l’eliminatoria è stata prevedibilmente un testa a testa tra Maria Marconi (Fiamme Gialle) e Elena Bertocchi (Esercito), entrambe apparse in una buona forma sia fisica che mentale. Ha prevalso la finanziera di poco meno di sei punti, 258.15 a 252.35, pertanto nel pomeriggio sarà una bella lotta non solo per l’oro ma anche per l’ultimo posto femminile a Kazan.

Le altre atlete qualificate sono: Noemi Batki (Esercito), Laura Bilotta (Fiamme Oro), Jana Lisa Rother (Germania), Rocio Velazquez (Spagna), Malvina Catalano (Aniene), Giulia Rogantin (Triestina Nuoto), Elisa Casado (Spagna), Daria Ferretti (Canottieri Mincio) e Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi).

a

 

Solo dieci i tuffatori dalla piattaforma, e solo due con il programma completo da 10 metri, ovvero Maicol Verzotto (Fiamme Oro) e Francesco dell’Uomo (Fiamme Oro), virtualmente già con un piede e mezzo a Kazan per assenza di altri concorrenti. Questa mattina l’ha spuntata il primo, che ha sbagliato un solo tuffo, mentre Dell’Uomo ha “sporcato” almeno due tuffi anche se non ha fatto gravi errori in nessuno di essi. A sorpresa al terzo posto si è issato Antonio Volpe (Tubisider Cosenza Nuoto), che ha superato il favorito per il terzo posto, il bolzanino Barbu: la finale a otto, a parte la lotta a due per l’oro, potrebbe riservare ancora qualche sorpresa nelle retrovie.

b

 

Soltanto la coppia formata da Gabriele Auber e Tommaso Marconi è già qualificata alla finale del pomeriggio, dopo l’oro conquistato a Bolzano agli assoluti invernali: infatti la coppia Andreas Billi-Giovanni Tocci, che pure fino a questo momento era in corsa per la qualificazione a Kazan, si è separata anche in questa occasione e il cosentino è tornato a far coppia con Andrea Chiarabini, così come era già accaduto a Bolzano per il Grand Prix (argento dietro ai cinesi). Erano quindi tre i posti in palio per la finale: due sono andati naturalmente ai già citati Chiarabini-Tocci, autori di una prova eccellente con due tuffi sopra 90 punti e 425.58 totali, e a Benedetti-Rinaldi, la coppia selezionata per gli Europei di Rostock, con 375.87; il terzo è andato alla coppia con maggiore tasso tecnico, ovvero Porco-Cosoli, con 332.31.

c