Fina Diving World Series 2015: Londra – Tania e Francesca, ritorna il sincro d'argento!

Tania Cagnotto, Francesca Dallape

Splendida medaglia d’argento per Tania Cagnotto e Francesca Dallapè, impegnate nella quarta tappa delle World Series a Londra che ha preso il via proprio oggi.

La gara, che le vedeva in lizza per i due posti sul podio dietro le imprendibili cinesi “titolari” Wu Minxia e Shi Tingmao (prime con 331.50 a fine gara), è apparsa subito in discesa fin dagli obbligatori, grazie a un’ottima prova delle nostre ragazze che le hanno portate vicine ai 100 punti, mentre le altre contendenti per le medaglie – in particolare le canadesi e le britanniche – sono apparse più contratte. Blagg e Gallantree hanno perso terreno già al primo libero, rotazione in cui Tania e Francesca hanno conquistato oltre 71 punti con un ottimo doppio e mezzo con avvitamento. Il testa a testa con Abel e Ware è invece terminato nella rotazione successiva, dove le azzurre hanno piazzato la zampata decisiva in un confronto diretto: il triplo e mezzo avanti ha fruttato loro ben 74.40 punti, mentre quello delle canadesi, apparso più impreciso e meno deciso, le ha portate ad arretrare in classifica. A quel punto per Tania e Francesca è bastato “controllare” la gara con l’ultimo tuffo, il doppio e mezzo ritornato (con cui hanno portato a casa oltre 69 punti, in ogni caso) e chiudere con autorità la gara fino alla prestigiosa medaglia d’argento (314.40). Una bella rivincita dopo la prova opaca della settimana scorsa a Kazan, che le rilancia per i prossimi appuntamenti internazionali!

Bella lotta anche per la medaglia di bronzo, decisa solo all’ultimo tuffo: le ucraine Kesar e Nedobiga hanno gettato al vento il terzo posto dopo una buona prova, e le britanniche, autrici di una prova senza acuti, hanno ceduto alle canadesi il posto sul podio per appena 24 centesimi.

mo

 

La giornata di oggi era interamente dedicata alle gare sincronizzate: al mattino, le campionesse Chen Ruolin e Liu Huixia, dominatrici incontrastate di queste World Series nel sincro dalla piattaforma, hanno avuto gioco facile contro le canadesi Benfeito-Filion e le britanniche Couch-Barrow, in lieve calo di forma; 332.88 i punti per le cinesi, mentre hanno approfittato della gara le malesi Cheong e Leong che con 314.94 e un solo acuto, sull’avvitamento indietro (74.88 punti come le cinesi), hanno soffiato l’argento alle britanniche e consegnato il legno alle canadesi, rimaste sotto i 300 punti. Mai in gara le giovanissime statunitensi Schnell-Dunnichay.

10msF

 

Più vibrante la gara maschile dalla piattaforma, con una lotta a tre tra tedeschi, messicani e russi per le due posizioni di rincalzo sul podio. Con il proseguimento della gara sono stati i russi a perdere terreno, mentre la zampata finale di Hausding e Klein (argento con 427.02) è arrivata sul confronto diretto sull’avvitamento; terzi i messicani Garcia-Sanchez (420.78), oro ai cinesi Lin Yue e Chen Aisen (474.84).

10mSM

 

Clamorosa invece la gara sincro maschile dal trampolino: Laugher e Mears, complici una gara quasi perfetta e la spinta del rumorosissimo pubblico locale, si sono accaparrati una sorprendente medaglia d’argento con 433.80 punti, a non molta distanza dai cinesi Qin Kai e Cao Yuan (447.75). Il loro successo è stato possibile anche grazie agli errori macroscopici di due stelle di prima grandezza: Ilija Zakharov è incappato in errori sia nel triplo e mezzo indietro che in quello rovesciato, riuscendo ad arrivare al bronzo con Kuznetsov solo grazie a un grande quadruplo e mezzo avanti (429.21); Patrick Hausding ha sbagliato il presalto sul doppio e mezzo con due avvitamenti – un tuffo “ordinario” a questi livelli – ed è arrivato tuffo nullo per lui e Stephan Feck.

3mSM