Fina World Series 2014: Dubai – Finalmente un po' di fortuna!

3mF intro

Con le due gare sincronizzate dal trampolino 3 metri si è conclusa la prima giornata di gare alle World Series di Dubai, fortunatamente per noi con la prima medaglia della manifestazione! Tania Cagnotto e Francesca Dallapè si sono infatti aggiudicate la medaglia di bronzo.

La gara femminile è stata lontanissima parente di quella di Pechino, in quanto tutte le coppie partecipanti a entrambe le tappe (ad eccezione naturalmente delle temibili cinesi) hanno perso dagli otto ai trenta punti; è capitato anche alle nostre ragazze, con un errore decisamente non da Tania – il secondo, dopo la scivolata nell’avvitamento che le è costata la finale individuale la settimana scorsa – sul primo libero, il doppio e mezzo indietro, tuffo che normalmente sanno fare a occhi chiusi: non per niente Francesca, che l’ha eseguito nel migliore dei modi, ha ricevuto voti alti sull’esecuzione individuale, ma insieme ne hanno ricevuti di molto bassi nel sincronismo. Così alla fine della prima rotazione di tuffi liberi le ragazze erano malinconicamente in fondo alla classifica, lontane ben 19 punti dal terzo posto.

Tania e Francesca non hanno perso la testa, in ogni caso, e hanno puntato tutto sulla solidità degli altri due tuffi a loro disposizione, tornando ai loro standard di sempre: e a questo punto è cominciata una carambola pazzesca di errori, che hanno colpito prima le malesi, poi le russe (che avevano già sporcato il doppio e mezzo indietro come le nostre ragazze), e ancora messicane e le canadesi, queste ultime particolarmente irriconoscibili. L’ultima rotazione di tuffi è stata fatale alle americane Burke e Freeman, che hanno perso la testa e le gambe proprio in vista di un argento clamoroso, alle ucraine Fedorova e Nedobiga, addirittura ultime dietro le russe, e ancora alle malesi, incapaci di strappare un terzo posto alle nostre ragazze che hanno chiuso in bellezza con un ottimo ritornato. 279.30 punti per Tania e Francesca, prestazione numericamente non all’altezza delle loro capacità se si considera che con un punteggio simile a Pechino sarebbero state ultime, ma inaspettatamente premiate con una preziosa medaglia di bronzo dietro alle messicane Chavez-Sanchez, le più regolari tra le “umane”.

Per la classifica delle World Series, l’Italia è a 39 punti, terza a pari merito con il Canada; davanti a noi le cinesi a 54 punti (due vittorie) e il Messico a 45 (un bronzo,  un argento).

3mF

Nella gara maschile, sorprese ancora più clamorose: i cinesi Cao Yuan e Lin Yue, complice un triplo e mezzo ritornato non esattamente “alla cinese”, si sono arresi alla gara perfetta di Hausding e Feck, capaci di tenere una media da oltre 80 punti a tuffo nei quattro liberi e tenendoli a distanza di ben 8 punti e spiccioli: splendido in particolare il tuffo che ha fatto la differenza, il triplo e mezzo rovesciato dei tedeschi, pagato ben 88.20 e anche migliore del doppio avvitamento dei cinesi, che è stato invece pagato leggermente di più. Al terzo posto la coppia ucraina, anch’essa molto vicina a quella cinese che oggi ha certamente “sudato freddo”… neanche a questa tappa alla Cina riesce il clean sweep, ovvero la vittoria di tutte e otto le gare in programma!

3mM

Le competizioni riprenderanno domani con le gare individuali da 3 metri. Tania e Maria sono nella semifinale B (7:35 ora italiana) con Paola Espinosa, Pamela Ware e Wang Han: in palio tre posti per la finale del pomeriggio!