Campionati italiani Assoluti estivi : Bergamo – i risultati dell' ultimo giorno.

Fonte : F.I.N.

Uscire di scena ai mondiali ed avere la consapevolezza di valere la qualificazione olimpica. Nelle finali della giornata conclusiva agli Assoluti Estivi di Bergamo, la lotta si accende subito dalla piattaforma maschile tra rimpianti e aspettative future: Francesco Dell’Uomo, eliminato a Shanghai nei preliminari col 27esimo punteggio di 355.40 punti, dimostra di valere la finale mondiale e si impone con 422.95 punti, ben 67 in più rispetto allo scorso 23 luglio in Cina.

 “Ai mondiali ho sbagliato il triplo e mezzo avanti che è stato il cavallo di battaglia della mia carriera – dichiara il portacolori delle Fiamme Oro Roma e Bolzano Nuoto – purtroppo a volte si sbaglia, il problema è che l’ho fatto nell’appuntamento più importante. Ora sto bene sia fisicamente che di testa; con questa gara ho dimostrato di valere una finale olimpica e darò il massimo per centrare la qualificazione nella Coppa del Mondo”.

Nel derby per il podio la spuntano i due Maicol bolzanini: Scuttari con 379.65, davanti a Verzotto con 377.70 punti con quest’ultimo che si riscatta rispetto al mondiale migliorandosi di 35 punti (28esimo con 342.15 punti ndr).

Nel trampolino un metro donne, bis a sorpresa di Noemi Batki. La campionessa europea e già qualificata alle Olimpiadi di Londra dalla piattaforma, dopo il tricolore dalla piattaforma vince dal trampolino davanti alla favorita Maria Marconi (quarta ai mondiali di Shanghai ndr).

L’azzurra, tesserata per l’Esercito, ha chiuso a quota 274 punti. “Un metro è la base dei tuffi e mi alleno tanto anche su questa specialità – ha dichiarato la Batki – sono iscritta alle Universiadi di Shentzen in tutte e due le gare e proverò a vincerle entrambe. La stagione è stata lunga ma la voglia di riscattare i Mondiali è tanta e tornerò in Cina con il piglio giusto”.

“Alcune prestazioni di questi Assoluti sarebbero valse l’ingresso in semifinali e finali mondiali  – commenta il CT Giorgio Cagnotto – qui i nostri atleti si equivalgono e danno il massimo per vincere. Purtroppo a Shanghai la differenza l’hanno fatta le motivazioni. Bene anche i giovani, tra cui Andrea Chiarabini con cui stiamo lavorando per riportarlo a buoni livelli anche dalla piattaforma; mi è piaciuto molto Tocci che ha buttato una medaglia da un metro ma ha buone potenzialità in prospettiva. Rinaldi è già un atleta fatto su cui si può puntare per il futuro. Ora ci sono le qualificazioni olimpiche da conquistare e da settembre ricominceremo la preparazione atletica in vista delle gare invernali che termineranno a febbraio, con l’ultima chance di qualificazione nella Coppa del Mondo”.

Qui trovate i risultati completi di tutte le gare.