Fina Diving Grand Prix – Rostock – i risultati del secondo giorno.

Nuova giornata di gare alla piscina Neptun di Rostock: in gara oggi Francesca Dallapè dal trampolino da tre metri, i fratelli Marconi nel sincro da tre metri e Maicol Verzotto con Francesco Dell’Uomo nel sincro dalla piattaforma di dieci metri.

La Dallapè inizialmente non avrebbe dovuto partecipare a questa gara, ma solo alla prova sincro : visto il forfait della Cagnotto e della Marconi però non ha esitato e ha colto la palla al balzo per gareggiare, anche perchè era da un pò assente in campo internazionale in questa specialità.

La gara (l’eliminatoria) non è stata una passeggiata per la nostra azzurra che è incappata in subito in un errore nel triplo e mezzo in avanti. Ha comunque mantenuto una buona posizione grazie al doppio e mezzo ritornato e al doppio e mezzo indietro.

I guai sono arrivati con il doppio e mezzo rovesciato carpiato, da sempre il tuffo per lei più difficile : poca la spinta, poca la rotazione e, morale della favola, voto massimo 3,5.

Ormai sembrava tutto perduto, ma Francesca ha avuto comunque la grinta di crederci fino alla fine : ha infilato un bel doppio e mezzo avanti con avvitamento e ha strappato il passaggio in semifinale come undicesima.

Springboard-3m-women-preliminary-2011

A seguire abbiamo avuto il piacere di vedere dopo tanto tempo il ritorno dei fratelli Marconi nella gara sincro : a causa dei vari infortunei dei due era da un pò che non li vedevamo in una gara internazionale.

Nicola e Tommaso hanno saltato bene in generale e a parte l’errore del maggiore dei due, Nicola, nell’ingresso in acqua del doppio e mezzo in avanti con due avvitamenti, la gara è stata soddisfacente, anche se siamo lontani dai fasti dei mondiali.

Hanno concluso la prova al settimo posto, si vedeva che erano ancora un pò arrugginiti, ma siamo sicuri che già dalla prossima gara sapranno migliorarsi.

Synchronized-diving-3m-men-final-2011

La Dallapè ha affrontato la sua semifinale apportando una modifica al suo programma gara : ha infatti eliminato il doppio e mezzo rovesciato, sostituendolo con un tuffo molto più semplice, il capofitto rovesciato.

Una strategia un pò particolare, visto l’estrema facilità del tuffo, ma che ha comunque pagato: in mattinata i suoi punti sul rovesciato erano stati 33, mentre nella semifinale con il capofitto ne ha fatti 45.

Di certo un miglioramento, ma se si vuole andare in finale c’è bisogno di almeno altri 15 punti e con un tuffo troppo facile non si possono fare: Francesca si è dovuta così  “accontentare” del quarto posto e salutare la finale.

Springboard-3m-women-1st-semi-final-2011

Springboard-3m-women-2nd-semi-final-2011

L’ ultima gara che ha visto protagonisti i nostri azzurri è stata dalla piattaforma di dieci metri nella specialità sincro maschile : abbiamo potuto assistere ad un altro gradito ritorno, quello di Francesco Dell’ Uomo, ormai guarito e pronto per affrontare le selezioni per i Campionati Mondiali di questa estate.

In coppia con lui Maicol Verzotto che a Torino aveva gareggiato temporaneamente con Maicol Scuttari (domani in gara).

Veramente convincente la loro prova : la loro sincronizzazione è stata molte volte quasi perfetta e gli unici appunti si possono fare solo su piccoli errori che potremmo definire veniali.

Per il resto si sono dimostrati una coppia all’altezza di una gara di livello mondiale e hanno concluso al quinto posto, quarti se si tiene conto che la coppia cinese ha gareggiato (e vinto) , ma risulta “fuori gara”.

Se riuscissero ad inserire il triplo e mezzo rovesciato nel loro programma allora potrebbero veramente farci sognare questa estate, a Shanghai.

Finale 10 metri sincro maschile.