Campionati Mondiali: Gwangju – Pellacani a un passo dall’impresa, ma il pass olimpico è rimandato

Dopo la lunga eliminatoria di questa notte, Chiara Pellacani è tornata questa mattina dal trampolino 3 metri per prendere parte alla semifinale dei Mondiali di Gwangju 2019, che metteva in palio i dodici posti per la finale di domani e gli altrettanti pass olimpici per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

La concorrenza è stata molto agguerrita, con ben nove atlete sopra la soglia dei 300 punti; la Pellacani ha iniziato piuttosto bene, migliorando i punteggi dei primi tre tuffi rispetto all’eliminatoria, tuttavia ha sporcato molto il doppio e mezzo rovesciato – il tuffo con cui ha meno feeling e di certo uno che mette in difficoltà atlete ben più esperte, come è successo anche oggi – scendendo dal settimo al dodicesimo posto parziale. Chiamata a dare il tutto per tutto sul doppio e mezzo ritornato, è stata forse tradita dalla tensione e ha dato troppo, finendo molto abbondante e chiudendo qui la sua avventura mondiale.

Diciassettesima la sua posizione finale con 275.10 punti, in una classifica corta che l’ha vista a una decina di punti dalla qualificazione in finale; un risultato comunque lusinghiero per un’atleta molto giovane, ancora sedicenne e all’esordio mondiale nella specialità (a Budapest aveva gareggiato dal metro). L’appuntamento col pass olimpico (uno riservato alla vincitrice degli Europei di Kyiv, gli altri diciotto per le semifinaliste di Coppa del Mondo), ne siamo certi, è soltanto rimandato.

 

In sofferenza le cinesi: Shi Tingmao, pur vincendo, non è riuscita a staccare l’australiana Maddison Keeney, che ha superato Wang Han (a sua volta tallonata dalla canadese Jennifer Abel). La finale di domani, alle 13.45 italiane, promette scintille, così come lo farà quella maschile sempre da 3 metri, prevista per oggi alla stessa ora.