Assoluti Indoor: Torino – ultimi podi italiani: Pellacani sbanca, vincono Verzotto e il sincro Tocci – Marsaglia

Campionati Italiani Assoluti indoor di Torino si sono conclusi con l’assegnazione delle ultime medaglie nelle tre finali di questo pomeriggio, e non sono mancate le emozioni forti.

Già la prima finale, infatti, ha visto una prestazione fuori categoria – quella di Chiara Pellacani (MR Sport) che, non paga del già eccellente risultato di questa mattina, dove aveva superato i 300 punti per la prima volta, ha ritoccato notevolmente il suo personale portandolo a 324.75 punti con la finale di oggi. La sedicenne romana aveva già dimostrato in passato il suo valore, ma quella di oggi, con cinque tuffi (quelli della serie “olimpica”, gli stessi delle cinesi e delle atlete di vertice mondiali) ben eseguiti senza alcun errore, è stata una dimostrazione di forza, eleganza e pulizia di movimenti, tutte qualità ben ripagate dagli alti voti dei giudici: per lei nessun tuffo sotto i 63 punti e una pesante ipoteca sulle selezioni per le gare internazionali di questa stagione.

Al secondo posto la campionessa di sempre degli ultimi anni, Elena Bertocchi (Esercito), che per stavolta deve cedere la corona alla sua compagna di sincro: per lei una gara comunque buona, macchiata però da un’imperfezione sul doppio e mezzo indietro di apertura, che può averla innervosita, e da un errore grave sul doppio e mezzo rovesciato quando ha dato il tutto per tutto per provare la rimonta.

Laura Bilotta (Fiamme Oro), stabilmente seconda dietro la Pellacani nelle prime tre rotazioni, ha commesso due errori sui tuffi finali, quelli a rotazione indietro, cedendo la terza piazza ad Elisa Pizzini (Fondazione Bentegodi), ancora una volta a podio in un campionato assoluto nonostante la sua giovanissima età (2005), e anche la quarta a vantaggio di Matilde Borello (Blu 2006).

 

Bella anche la gara dalla piattaforma, che con l’assenza di due protagonisti come Barbu (ritirato questa mattina) e Giovannini (che non ha preso parte alla gara) ha visto nuovi volti sul podio. Dietro al sempreverde Maicol Verzotto (Fiamme Oro), ancora una volta campione italiano, si sono piazzati Eduard Timbretti (Blu 2006) e Andreas Larsen (Canottieri Aniene). Visto lo status di Timbretti (atleta straniero tesserato per una società italiana) entrambi ricevono la medaglia d’argento, mentre a Loris Sembiante (Fiamme Oro), quarto classificato, viene assegnato il bronzo.

(foto Francesco dell’Uomo)

 

Il secondo round della gara sincro maschile da 3 metri ha visto le due coppie di testa scambiarsi le posizioni rispetto all’eliminatoria: l’oro è andato a Giovanni Tocci (Esercito) e Lorenzo Marsaglia (Marina Militare) che hanno prevalso di una decina di punti su Tommaso Rinaldi (Marina Militare) e Andrea Chiarabini (Fiamme Oro). Notevole la qualità dei tuffi da parte di entrambe le coppie in lotta per l’oro, anche in occasione di quelli molto difficili (91 punti per il quadruplo e mezzo avanti di Tocci-Marsaglia, 85 il triplo e mezzo ritornato di Rinaldi-Chiarabini), cosa che fa ben sperare per il prossimo futuro azzurro nella specialità. Terza piazza per Francesco Porco (Fiamme Oro) e Andrea Cosoli (Dibiasi).

(foto Francesco dell’Uomo)

 

La classifica per società dei Campionati Italiani è vinta dal Centro Sportivo Esercito con 124.50 punti, seguita dal Circolo Canottieri Aniene con 120 punti e dalle Fiamme Oro con 118 punti.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


20 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.