FINA Diving World Series 2018: Kazan – Gran finale per i sincro, i risultati della prima giornata

È terminata da pochi minuti la prima giornata dell’ultimo weekend di gare valide per le FINA Diving World Series 2018: l’Aquatics Palace di Kazan’ (Russia) ha ospitato le gare sincro maschili e femminili, in attesa di vedere Elena Bertocchi in gara domenica nell’individuale e nel sincro misto con Maicol Verzotto.

La prima gara sincro del mattino è stata quella femminile dalla piattaforma: dopo la battuta d’arresto in Canada, la coppia cinese Lin Shan – Si Yajie era chiamata al riscatto, ma un’incertezza sul triplo e mezzo avanti le ha portate momentaneamente al terzo posto! Sembrava che la storia dovesse ripetersi, ma due tuffoni le hanno riportate a battagliare punto a punto con nordcoreane e malesi, spuntandola solo alla fine e solo per pochissimi punti: non certo la gara che ci si aspetta da due atlete di primo piano della Cina!

Il podio vede comunque Lin e Si oro con 324.24 punti, seguite dalle atlete della Corea del Nord Kim Mi-Rae e Kim Kuk-Hyang con 320.58 punti, e la coppia della Malaysia Jun Hoong Cheong e Pandelela Pamg con 318.54 punti.

La classifica finale di World Series, che determina i premi in denaro da assegnare a ciascuna squadra: Cina 102, Malaysia 93, Corea del Nord 90, Australia 66, Canada 57.

 

Seconda gara in programma la piattaforma sincro maschile, orfana della coppia cinese per l’assenza del campionissimo Qiu Bo. Soltanto tre le coppie in gara, che erano quindi già certe sia della medaglia sia di aggiudicarsi uno dei premi finali: la gara è stata vinta con 432.72 punti dai padroni di casa, Aleksandr Bondar e Viktor Minibaev, anche se quest’ultimo ha sbagliato tantissimo sia sul triplo e mezzo indietro, sia sul triplo e mezzo rovesciato. L’oro non è comunque mai stato in discussione: l’argento è andato agli ucraini Maksym Dolgov e Oleksandr Gorshkovozov con 414.09 punti, mentre col minimo sforzo i tedeschi Timo Barthel e Florian Fandler si sono aggiudicati il bronzo con 345.36 punti e 18mila dollari (15mila dal terzo posto in classifica generale e 3mila per la medaglia di oggi).

La classifica di World Series: Russia 90, Ucraina 87, Germania 60. (Da notare che la Cina, con una gara in meno e quindi non selezionabile, si sarebbe classificata terza con 81 punti!)

 

Poco da dire anche per la gara femminile sincro dal trampolino, spaccata letteralmente in due parti: le cinesi Chang Yani e Shi Tingmao si sono avviate tranquillamente all’oro con 316.20 punti, tenendo a distanza di sicurezza le canadesi Jennifer Abel e Melissa Citrini Beaulieu che hanno vinto l’argento con 301.11 punti. Le altre tre coppie, invece, si sono mostrate molto poco convinte sui trampolini, commettendo molte imprecisioni: le australiane Qin e Smith hanno sbagliato il quarto tuffo, il doppio e mezzo indietro, e non sono riuscite a recuperare; le russe Bazhina e Ilinykh hanno clamorosamente nullato il doppio e mezzo rovesciato, croce e delizia dei programmi femminili, chiudendo miseramente ultime. Il bronzo è andato così, con 289.29 punti, alle britanniche Grace Reid e Katherine Torrance, non particolarmente brillanti né sincronizzate ma sicuramente meglio della concorrenza!

La classifica di World Series: Cina 108, Canada 90, Australia 87, Russia 69.

 

Ultima gara di oggi il sincro maschile dal trampolino, dove c’era grande attesa per la lotta tra i beniamini di casa, Ilia Zakharov e Evgeni Kuznetsov, e la coppia della Cina Cao Yuan e Xie Siyi. Lotta che in verità non c’è stata: i russi hanno infatti sbagliato il triplo e mezzo rovesciato mentre in generale i cinesi sono stati di gran lunga migliori in tutti i liberi a eccezione del primo (dove però pagavano il coefficiente più basso). Cao e Xie sono dunque oro con 457.98 punti, contro l’argento russo a 437.43 punti. Bronzo agli ucraini Oleksandr Gorshkovozov e Oleg Kolodiy con 419.82 punti.

La classifica di World Series: Cina 108, Russia 96, Ucraina 72.