Commonwealth Games: secondo oro per Laugher, pronto riscatto Wu

La seconda giornata di gare a Gold Coast (Australia) valide per i Giochi del Commonwealth 2018 si è conclusa da qualche minuto, con l’assegnazione di altri due titoli.

Due le eliminatorie in mattinata: quella dal trampolino 3 metri maschile ha visto la vittoria del canadese Philippe Gagné all’interno di una gara di discreto livello ma con poche emozioni; nonostante il tuffo “quasi nullo” sul quadruplo e mezzo avanti Jack Laugher ha infatti mantenuto un’ottima posizione in vista della finale, e quasi tutti i big sono passati senza problemi. Uniche sorprese l’eliminazione del malese Azman (nullo sul doppio con triplo) e dell’australiano Mathews (che ha sbagliato tutto quello che poteva sbagliare).

Ancora meno tensione nella gara dalla piattaforma femminile: con sole dodici atlete iscritte non ci sono state eliminazioni, togliendo parecchia tensione alle atlete che hanno saltato abbastanza bene. A guidare la classifica le malesi Pamg e Cheong, con la beniamina di casa Melissa Wu subito dietro a inseguire.

Al pomeriggio (le 11 ora italiana) sono iniziate le finali. Jack Laugher questa volta non ha lasciato nulla al caso, chiudendo la gara al livello che ben conosce: 519.40 punti per l’oro, “appena” 452.70 per l’argento di Philippe Gagné, quasi settanta punti! Il bronzo, per la gioia del pubblico di casa, è andato all’australiano James Connor, autore di una prova molto migliore rispetto al mattino.

Molto avvincente invece la finale dalla piattaforma femminile, con ben cinque atlete a lottare per i primi posti: la prima a “mollare” è stata la campionessa mondiale (da 1 metro) Jun Hoong Cheong, mentre la britannica Lois Toulson, che sembrava spacciata dopo un doppio e mezzo rovesciato molto abbondante, ha rimontato con due ottimi tuffi, risalendo fino al terzo posto. La canadese Meaghan Benfeito, favorita fino all’ultimo tuffo insieme all’altra malese Pandelela Pamg, è stata poi sorpassata dalla padrona di casa Melissa Wu per soli 65 centesimi! Invece la Pamg è incappata in un errore proprio all’ultimo tuffo della gara, quello che avrebbe dovuto certificare il suo terzo podio consecutivo: per lei invece soltanto la medaglia… di legno!

La classifica: Wu 360.40, Benfeito 359.75, Toulson 344.20.

Le gare riprenderanno domani con il metro femminile e le gare sincro maschili: sarà l’unica giornata in cui vedremo Tom Daley, che a causa di un infortunio al fianco che lo tormenta da qualche tempo non ha ricevuto l’ok per la gara individuale e non potrà quindi, salvo sorprese dell’ultimo minuto, difendere il titolo.