Eurojuniors Bergen 2017 – Le eliminatorie della 4a giornata

bergen 2017 giovannini pellacani kay torresSi è conclusa da pochi minuti la mattinata di eliminatorie valida per la quarta giornata di gare agli Europei giovanili di Bergen 2017. Sono tornati i ragazzi della categoria “B” a contendersi uno dei dodici posti di ciascuna finale; le femmine dal trampolino 1 metro e i maschi dalla piattaforma.

La gara femminile ha visto scendere in vasca Chiara Pellacani, fresca dell’oro europeo da 3 metri vinto martedì scorso, ed Elettra Neroni. La neo-campionessa continentale è apparsa molto competitiva anche dall’altezza più bassa; d’altronde aveva già dimostrato il proprio valore dal metro qualificandosi alla finale senior agli Europei di Kyiv! I suoi 345.70 punti la piazzano in testa alla classifica sia di questa eliminatoria, sia dei punteggi di finale dove si partirà con i punti degli obbligatori già accumulati.

C. PELLACANI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
101C 1,2 7,5 7,5 7,0 7,5 7,0 26,40 26,40
201B 1,6 6,0 6,5 6,0 6,0 6,5 29,60 56,00
301C 1,6 7,0 7,0 7,5 6,5 7,0 33,60 89,60
403B 2,4 6,5 7,0 7,0 7,0 7,5 50,40 140,00
5331D 2,2 8,0 7,0 7,0 7,5 7,0 47,30 187,30
5333D 2,6 7,5 6,5 6,5 7,0 7,5 54,60 241,90
105B 2,6 6,5 7,5 7,0 7,0 7,0 54,60 296,50
303B 2,4 7,5 6,5 7,0 6,0 7,0 49,20 345,70

Sfortunata Elettra Neroni, incappata in un tuffo nullo già alla prima rotazione e costretta a inseguire una rimonta che, purtroppo, non si è rivelata realizzabile. Per lei 224.60 punti e il 23° posto, una posizione che non dà giustizia al potenziale della ragazza; c’è da dire che oggi la qualificazione sarebbe stata molto difficile anche senza il colpo, al punteggio e al morale, infertole dal primo tuffo.

E. NERONI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
103B 1,7 0,0 0,0 0,0 0,0 0,0 0,00 0,00
201B 1,6 6,0 6,0 6,0 6,0 6,5 28,80 28,80
301B 1,7 5,0 5,0 4,5 6,0 6,0 27,20 56,00
401A 1,8 6,5 5,0 5,5 6,0 5,5 30,60 86,60
5231D 2,1 6,0 6,0 6,0 6,5 6,5 38,85 125,45
203B 2,3 5,0 5,5 5,5 5,0 4,5 35,65 161,10
303B 2,4 5,0 4,5 4,5 4,5 5,0 33,60 194,70
105B 2,6 4,0 3,5 3,5 4,0 4,0 29,90 224,60

 

La Pellacani avrà la possibilità di competere per un altro piazzamento di prestigio alle 16:30; ci saranno parecchie avversarie agguerrite, e dovrà spuntarla contro le russe Bibikina e Kliueva, le britanniche Bradley e Waxman e la tedesca Deng.

1. Chiara Pellacani Italia 345,70
2. Aleksandra Bibikina Russia 328,90
3. Uliana Kliueva Russia 325,85
4. Violetta Sverchkova Ucraina 318,50
5. Julia Deng Germania 316,40
6. Louise Bradley Regno Unito 313,00
7. Holly Waxman Regno Unito 301,70
8. Emilia Nilsson Garip Svezia 299,60
9. Emma Johansson Svezia 296,85
10. Anni Paloheimo Finlandia 293,15
11. Aleksandra Blazowska Polonia 284,80
12. Viktoriya Yanovska Ucraina 284,00
13. Lauren Hallaselkä Finlandia 282,20
14. Caroline Kupka Norvegia 278,40
15. Jette Müller Germania 276,45
16. Lucia Gabino Spagna 273,85
17. Karolina Wolska Polonia 270,90
18. Karyna Masiuk Bielorussia 263,55
19. Tessa Pavlekovic Croazia 255,50
20. Leena Magnani Svizzera 255,05
21. Aleksandra Borovik Bielorussia 253,50
22. Vanda Luca Hnatyszyn Ungheria 229,25
23. Elettra Neroni Italia 224,60
24. Aiste Andrasiunaite Lituania 221,00
25. Dorottya Hais Ungheria 202,05

 

Due azzurrini schierati anche dalla piattaforma, si tratta di Gesu Kay Torres Garcia, all’esordio, e di Riccardo Giovannini. Buonissima prova per entrambi perché sono riusciti a spuntare la qualificazione!

Ottima gara soprattutto per Giovannini, che si aggiudica il quarto posto in eliminatoria con 378.35, a un passo dal terzo posto; partirà piuttosto indietro in finale a causa degli obbligatori, in particolare la verticale, ma il programma libero è stato eseguito molto bene ed è rimasto sempre sopra i 54 punti. Se si ripeterà in finale, per i piazzamenti al vertice si dovrà tenere conto anche di lui!

R. GIOVANNINI DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
103B 1,6 8,0 8,0 8,5 8,5 8,5 40,00 40,00
403B 2,0 7,0 7,5 8,0 7,5 8,0 46,00 86,00
612B 1,9 6,0 5,5 5,5 6,0 6,0 33,25 119,25
301B 1,9 6,0 5,5 6,0 5,5 5,5 32,30 151,55
107B 3,0 5,5 6,0 6,5 6,5 6,5 57,00 208,55
305C 2,8 6,5 6,5 6,0 6,5 6,5 54,60 263,15
205C 3,0 6,5 6,5 7,0 6,0 6,5 58,50 321,65
405C 2,7 7,0 7,5 7,0 7,0 6,5 56,70 378,35

Più faticosa la qualificazione di Torres, che è incappato in una penalità sull’uno e mezzo rovesciato, per fortuna il tuffo più “debole” dei suoi liberi; gli altri tre infatti sono bastati per compensare l’errore, e si è classificato undicesimo con 330.95 punti.

G. K. TORRES GARCIA DD VOTO 1 VOTO 2 VOTO 3 VOTO 4 VOTO 5 PUNTI PARZ
103B 1,6 7,5 7,5 7,5 7,0 7,0 35,20 35,20
403B 2,1 6,5 6,5 6,5 6,5 6,5 40,95 76,15
301B 1,9 7,5 7,5 7,5 7,5 7,0 42,75 118,90
612B 1,8 5,5 6,0 6,0 5,5 5,5 30,60 149,50
105B 2,4 7,0 7,5 7,5 7,5 7,5 54,00 203,50
405C 2,7 7,0 6,0 6,5 6,5 6,5 52,65 256,15
303C 2,1 6,0 6,0 6,5 6,5 6,5 27,30
(penalità)
283,45
5233D 2,5 6,5 6,5 6,0 6,0 6,5 47,50 330,95

A parte il russo Malofeev e il tedesco Waldsteiner, che hanno messo il turbo in questa eliminatoria, gli spazi per il terzo posto sembrano piuttosto aperti. Dita incrociate per i nostri tuffatori, la finale è alle 17:30!

1. Maksim Malofeev Russia 422,50
2. Tom Waldsteiner Germania 393,60
3. Aidan Heslop Regno Unito 379,70
4. Riccardo Giovannini Italia 378,35
5. Alfie Brown Regno Unito 371,55
6. Athanasios Tsirikos Grecia 361,75
7. Filip Jachim Polonia 350,05
8. Sandro Rogava Russia 348,20
9. Pavel Saurytski Bielorussia 340,65
10. Daniel Manuel Spagna 336,45
11. Gesu Kay Torres Garcia Italia 330,95
12. Aarne Riekki Finlandia 329,20
13. Minos Giannopoulos Grecia 315,00
14. Catalin-Teodor Zarnescu Romania 310,70
15. Ludwig Schäl Germania 297,90
16. Aleksandar Vitanov Bulgaria 289,95
17. Richard Roop-Iliste Svezia 281,40
18. Ivan Nikolic Serbia 278,95