Trofeo di Natale: Bolzano – la prima giornata di gare.

Oggi é iniziato l’edizione 2016 del Trofeo di Natale, importante prima tappa di selezione per le categorie juniores e ragazzi per i prossimi Campionati Europei giovanili di Bergen.

Un’edizione orfana di Tania Cagnotto, Francesca Dallapé e, per la prima volta dopo 24 anni, senza nessuno dei tre fratelli Marconi!

Alla “Karl Dibiasi” di Bolzano questa mattina la manifestazione ha preso il via con le ragazze dal trampolino di 1 metro, gara fiume da 28 tuffatrici; hanno brillato Chiara Pellacani (MR Sport), che si é aggiudicata la medaglia d’oro con 326.40 punti, Maia Biginelli (Fiamme Oro), seconda con 267.40 punti, ed Elettra Neroni (Dibiasi) con 265.10 punti; un plauso particolare a Biginelli e Neroni, entrambe esordienti in questa categoria.

Con questo punteggio la Pellacani ha anche raggiunto e superato il punteggio minimo richiesto per la partecipazione agli Europei giovanili.

Anche nella seconda gara mattutina, ragazzi dal trampolino di 3 metri, la classifica ha visto emergere i piú giovani: In prima posizione Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) che con 369.15 punti ha anche superato il punteggio limite per gli Europei giovanili; dietro di lui un altro “2003”, il bolzanino Kay Torres (Carabinieri) con 351.70 punti. La medaglia di bronzo é andata a Edoardo Semeria (Canottieri Milano) con 337.00 punti, anche lui esordiente in categoria ragazzi!

Al terzo posto, ma fuori gara in quanto straniero, Eduard Timbretti (Blu 2006) con 339.70 punti.


Nella prima gara del pomeriggio, juniores femmine dal trampolino di 3 metri, bella sfida tra Giulia Vittorioso (MR Sport) e Livia Cosoli (Dibiasi) sempre testa a testa, il lotta per la prima posizione. Alla corsa per le medaglie dopo gli obbligatori si é aggiunta anche Silvia Alessio (Triestina Nuoto) che grazie ai tuffi liberi ha provato la rimontare.

Purtroppo la vittoria si é decisa nel peggiore dei modi: arrivati all’ultimo giro di tuffi sia la Cosoli che la Vittorioso hanno eseguito il doppio e mezzo rovesciato raggruppato e Livia ha commesso un brutto errore, che le ha fatto colpire il tranpolino con entrambe le braccia e la testa. Un pó di paura per la ragazza che per fortuna non ha riportato lesioni gravi, ma che é stata comunque portata al pronto soccorso per essere sottoposta a tutti i controlli necessari.

Medaglia d’oro quindi per Giulia Vittorioso con 335.85 punti, medaglia d’argento a Silvia Alessio con 309.10 punti e, nonostante tutto, medaglia di bronzo a Livia Cosoli con 307.80 punti.

La gara a seguire é stata la piattaforma maschile juniores e anche in questo caso la lotta per il gradino piú alto del podio é stata veramente combattutissima.

Fa molto piacere vedere come un esordiente di categoria non solo abbia vinto la sua prima gara, ma che abbia eseguito anche diversi tuffi dalla piattaforma di 10 metri e che altri siano giá in cantiere; complimenti a Loris Sembiante (Fiamme Oro) che con 397.35 punti ha vinto la prova, seguito da Antonio Volpe (Cosenza nuoto) con 393.75 punti, appena 3.60 punti di distacco. Terza posizione per Samuel D’Alessandro (Triestina nuoto) che con 387.60 punti ha avuto la meglio sul bolzanino Julian Verzotto.


A chiudere la prima giornata di gare sono stati i seniores, prima le donne e poi gli uomini.

Dal trampolino di 1 metro la vincitrice della medaglia d’argento agli Europei di Londra 2016, Elena Bertocchi (Esercito) ha fatto valere i suoi tuffi e si imposta con 264.10 punti, 33 di vantaggio sulla seconda classificata Noemi Batki (Esercito) che ha totalizzato 231.10 punti; la terza posizione é stata incerta fino all’ultimo, contesa tra Malvina Catalano (Aniene) e Laura Bilotta (Fiamme Oro) e tra le due ha avuto la meglio la Bilotta con 220.20 punti, staccando la rivale per un punto e poco piú.


A chiudere la giornata la bella gara maschile dal trampolino di 3 metri; seppur con i programmi gara “ridotti” (solo in due hanno eseguito tre tuffi sopra il 3.2 di difficoltá) molti dei partecipanti hanno espresso un’ottima qualitá dei tuffi.

Meritata vittoria per Giovanni Tocci (Esercito) con 413.20 punti, con un ottimo triplo e mezzo avanti carpiato; la medaglia d’argento é andata a Gabriele Auber (Marina Militare) con 388.80 punti e quella di bronzo a Michele Benedetti (Marina Militare) con 371.05 punti.