Atleti Azzurri: Trieste – la seconda giornata di gare.

Bella seconda giornata di gare a Trieste per il Gran Premio Atleti Azzurri d’Italia, dove tantissimi giovani tuffatori si sono sfidati per raggiungere il gradino più alto del podio e per far parte della squadra azzurra che parteciperà agli Europei giovanili.

Oggi le gare sono iniziate con il trampolino 3 metri maschile della categoria C1: sfida tirata tra Edoardo Semeria (Canottieri Milano) e Kay Torres (Bolzano nuoto) che si è decisa per una manciata di punti a favore dell’atleta altoatesino. A Torres la medaglia d’oro con 300.25 punti, a Semeria quella d’argento con 296.40, mentre la medaglia di bronzo è andata a Stefano Belotti (Bergamo nuoto) con 289.65 punti.

Per la piattaforma femminile, categoria C1, la vittoria è andata alla romana Maia Biginelli (Fiamme Oro) con 210.90 punti, ad Alissa Clari (Triestina nuoto) la medaglia d’argento con 194.35 punti e la medaglia di bronzo a Lucia Zebochin (Trieste tuffi) con 192.90 punti.

Nel pomeriggio le gare sono riprese con la prova maschile categoria “ragazzi” dal trampolino di 1 metro dove Davide Baraldi (Ice Club Como) è stato autore di un’ottima prova che gli ha permesso di vincere l’oro in maniera abbastanza agevole: per lui 369.20 punti, bene oltre il punteggio limite per gli Europei e per i Mondiali. Al secondo posto Giulio Propersi (Canottieri Aniene) con 331.05 punti, che conferma l’ottimo stato di forma già visto ieri; per Eduard Timbretti (Blu 2006) la medaglia di bronzo con 317.85 punti.

E’ stato poi il turno delle “juniores” dal trampolino di 3 metri: Laura Anna Granelli (Bergamo nuoto) è stata costante per tutta la gara, commettendo solo un errore nell’ultimo tuffo, il doppio e mezzo rovesciato, e si è aggiudicata la vittoria con 388.45 punti (superato il limite per gli Europei) , staccando notevolmente la seconda classificata Silvia Alessio (Triestina nuoto) che ha concluso la sua prova con 346.05 punti. Al terzo posto si è classificata Kikì Camilla Magnolini (Canottieri Aniene) con 303.65 punti.

Molto bene la gara sia di Chiara Pellacani (MR Sport) dalla piattaforma femminile categoria “ragazze” che di Giulia Vittorioso (MR Sport) che hanno conquistato rispettivamente la medaglia d’oro (317.17 punti) e quella d’argento (312.95 punti) e superando il limite di punteggio sia per gli Europei che per Mondiali; notevoli anche il triplo e mezzo avanti e il doppio e mezzo indietro con un’avvitamento e mezzo indietro della Pellacani e il doppio e mezzo indietro della Vittorioso, eseguiti ovviamente da 10 metri con ottimi risultati. Terza posizione per Silvia Murianni (MR Sport) che così completa il terzo “en-plein” consecutivo in questa specialità per la squadra romana; per lei 246.80 punti.

Nell’ultima gara di questa seconda giornata, il trampolino da 1 metro maschile per la categoria “juniores” ancora una medaglia d’oro per Francesco Porco (Cosenza nuoto) che ha raggiunto quota 459.10 punti con una serie gara molto difficile, simile a quelle che si vedono in categoria “seniores”, che gli hanno permesso di superare il punteggio limite sia degli Europei  e dei Mondiali giovanili. Per Andrea Cosoli (Dibiasi) la medaglia d’argento, anche per lui la serie è quella più difficile, ma al contrario del cosentino ci sono state parecchie imprecisioni: per lui 403.65 punti.

Chiude il podio Antonio Volpe (Cosenza nuoto) che ha pagato l’errore sul doppio e mezzo rovesciato, senza il quale avrebbe potuto aspirare ad un punteggio più “importante” e ad avvicinarsi ancora di più al gradino più alto del podio: 399.70 il suo punteggio.