NewSplash: online il regolamento federale 2016 – le novità e i criteri di selezione.

Tuffi Atleti Azzurri 2014 028

Come ogni anno la FIN ha pubblicato il regolamento federale, che illustra nel dettaglio tutto ciò che c’è da sapere sulle manifestazioni nazionali, sulle serie di tuffi ammesse, su tutti i risultati della passata stagione e sopratutto sui criteri di selezione per poter far parte della squadra nazionale – junior o assoluta.

La novità più inaspettata è stata sicuramente quella dell’inclusione del “paragrafo 11”: Tuffi dalle grandi altezze”.

Disciplina in Italia non ancora “codificata” e che ha visto un solo atleta in azione – Alessandro De Rose – da quest anno viene però riconosciuta dalla FIN che così si esprime:

La specialità “Tuffi dalle Grandi Altezze” è riconosciuta dalla F.I.N.A., che ne regolamenta
le competizioni (FINA Handbook 2015-2017, part VI – High Diving Rules e FINA BL
9.2.3., 9.10, 9.11.1, 15, HD 1.3).
La Sezione “Tuffi dalle Grandi Altezze” è istituita con lo scopo di promuovere tale
disciplina limitatamente alla partecipazione alle manifestazioni internazionali con atleti
selezionati con i criteri stabiliti da FINA.
Ai fini partecipativi, gli atleti tesserati alla FIN per la disciplina dei tuffi devono avere una
età compresa tra i 18 anni (compiuti alla data dell’inizio della manifestazione) e i 35 anni.
Gli atleti devono inoltre aver acquisito l’idoneità sportiva agonistica con il superamento
della visita medica prevista dal D.M. 18 febbraio 1982 per la disciplina dei tuffi.
Al momento la categoria di tesseramento è ricompresa in quella “SENIOR”.

Sicuramente un passo nella giusta direzione per l’ampliamento e la diffusione di questa nuova disciplina acquatica altamente spettacolare e che suscita grande interesse mediatico.

I criteri di selezione:

Per la Coppa del Mondo di febbraio (19-24) i criteri sono stati stabiliti nel corso della passata stagione; lì verranno assegnati anche gli ultimi pass per le Olimpiadi di Rio. Ma il 2016 è anche l’anno dei Campionati Europei, che si disputeranno a Londra dal 9 al 15 maggio: per prendervi parte gli aspiranti dovranno tener conto di quanto segue:

1) Gli atleti qualificati per le Olimpiadi partecipano anche a Londra nella propria specialità.
2) Sono anche qualificati gli atleti che hanno preso le medaglie al Campionato Europeo di Rostock15 e ai Campionati del Mondo di Kazan 15.
3) Per il resto della squadra le gare di selezione valide (1m, 3m, pt, e Sy) con la somma dei migliori due
punteggi, sono:
– Coppa Rio 2016 (Trieste 22-24 gennaio).
– Campionati di Categoria invernali (Selezione sincro ove necessario) (Trieste 4-6 marzo).
– Campionati Assoluti Invernali (Bolzano 1-3 aprile).

Per  i Fina Diving Grand Prix:
– Per partecipare al GP italiano saranno scelti i primi 4 delle qualificazioni per gli Europei di
Londra e le prime due coppie sincro – ove presenti.
– Per la partecipazione agli altri FDGP deciderà il CT Giorgio Cagnotto.

Inoltre “nella composizione della squadra il CT Giorgio Cagnotto, oltre alla valutazione soggettiva della
prestazione, terrà conto dei criteri esposti ma anche della
validità dei programmi tecnici, vedi coefficienti minimi inseriti, del livello qualitativo espresso e di eventuali esigenze programmatiche. I punteggi saranno ritenuti validi solo se ottenuti con le difficoltà minime espresse a pagina 29 del regolamento 2016 del settore Tuffi“.

Passando alla Nazionale Giovanile, sono numerosi gli impegni per gli azzurrini, che culmineranno con Europei e Mondiali giovanili.

7 Nazioni di Edimburgo (GBR) (17-19 marzo).
– Ai Campionati di Categoria invernali di Trieste saranno selezionati i primi due atleti che nelle
categorie Ragazzi (B) e Junior (A) otterranno il punteggio migliore nella somma della gara da 1m e da 3m.
La formazione delle eventuali squadre sincro sarà decisa dal Responsabile Tecnico delle squadre giovanili.

Meeting internazionale giovanile – Dresda (GER) (21-24 aprile).
– La partecipazione a questo Meeting sarà decisa dal CT della Giovanile.

Coppa del mediterraneo (categorie C2 – C1- Ragazzi) (località da definire) (22-24 luglio).
– Per la categoria C1 e Ragazzi saranno selezionati i primi due atleti della classifica globale del Gran
Premio Azzurri d’Italia.
– Per quanto riguarda la Categoria C2, verranno scelti i primi due atleti considerando la somma delle
migliori due gare da 1 metro e le migliori due da 3 metri delle tre fasi del Trofeo Giovanissimi.

N.B. Gli atleti C2
selezionati dovranno obbligatoriamente avere il programma gara dalla piattaforma dei 5 m.

Campionati Europei giovanili – Rijeka (CRO) dal 28 giugno al 3 luglio:
La selezione sarà disputata sulla somma dei due migliori punteggi delle tre sotto elencate gare per il trampolino di 1 metro, 3 metri, e per la piattaforma (5, 7,5, 10m) e sincro 3m per maschi e femmine delle categorie Ragazzi e Junior.
1) Trofeo di Natale 2015 (Bolzano 18-20 dicembre).
2) Campionati di Categoria invernali (Trieste 4-6 marzo).
3) Gran Premio Azzurri D’Italia (Finale) (Trieste 27-29 maggio).

– La formazione delle eventuali squadre sincro sarà decisa dal Responsabile Tecnico delle squadre giovanili.
La categoria Ragazzi e quella Junior sono soggette al raggiungimento del punteggio limite qui
riportato nella tabella.

Limiti europei giovanili 2016

Campionati Mondiali giovanili – Guadalajara (MEX) (settembre, data da definire).
Sono ammessi alla partecipazione:
1) I classificati nei primi 6 posti agli Europei Junior di Rijeka
2) Le coppie sincro classificate nelle prime 4 posizioni agli Europei Junior di Rijeka
3) A completamento della squadra: chi raggiunge il punteggio della tabella sottostante due volte nella stagione agonistica in corso.

Limiti mondiali giovanili 2016

A concludere le novità introdotte con il regolamento 2016 una “limitazione” per quanto riguarda le serie di tuffi da presentare in gara per le categorie ragazzi e junior: “in tutte le manifestazioni nazionali e regionali non possono essere inseriti i tuffi 5111 (capofitto avanti con mezzo avvitamento), 5211 (capofitto indietro con mezzo avvitamento), 5311 (capofitto rovesciato con mezzo avvitamento), 5411(capofitto ritornato con mezzo avvitamento) e 600 (verticale e caduta  avanti)”.