Coppa Rio: Bolzano – Marina uber alles e la prima volta del sincro misto!

La seconda giornata della Coppa Rio di tuffi, ospitata presso la piscina comunale di Bolzano, si é aperta con l’eliminatoria della gara più attesa ed interessante dell’intera manifestazione: il trampolino 3 metri maschile.

Molti gli iscritti e molti anche gli atleti che hanno deciso di seguire i dettami federali per le selezioni della squadra nazionale, portando fin dalla mattina almeno 3 tuffi ad alto coefficente; non é stata una gara facile, ma sopratutto tra i “big” si sono viste delle buoni tuffi: Giovanni Tocci (Esercito), Andrea Chiarabini (Fiamme Oro), Michele Benedetti (Marina Militare), Tommaso Rinaldi (Marina Militare), Lorenzo Marsaglia (Canottieri Aniene) e Andreas Billi (Carabinieri) hanno passato il turno in prima battuta, mentre dalla semifinale sono emersi vincitori i due “veterani” Tommaso Marconi (Marina Militare) e Christopher Sacchin (Carabinieri).
Le donne invece si sono affrontate dal teampolino di 1 metro dove Tania Cagnotto (Fiamme Gialle) ha facilmente dominato la scena, seguita da un’Elena Bertocchi (Esercito) in buone condizione; a chiudere la sestina Laura Bilotta (Fiamme Gialle), Francesca Dallapé (Esercito), Malvina Catalano (Canottieri Aniene) e Laura Granelli (Bergamo Nuoto). Nel pomeriggio dopo una veloce semifinale si sono aggiunte al gruppo delle finaliste le due atlete della Canottieri Mincio Sara Borghi e Laura Ferretti.
La finale dei 3 metri uomini si é rivelata da subito una gara entusiasmante, con degli ottimi tuffi da parte delle teste di serie Giovanni Tocci, Andrea Chiarabini, Tommaso Rinaldi e Michele Benedetti, un pó in affanno Andreas Billi e Lorenzo Marsaglia mentre Tommaso Marconi é apparso molto combattivo.
La gara si é ovviamente decisa con i tuffi ad alto coefficente: il primo a perdere un pó di terreno é stato Tocci che ha terminato in maniera abbondante il doppio e mezzo avanti con due avvitamenti. Da lí Giovanni é sembrato perdere la concentrazione e i suoi tuffi successivi purtroppo non hanno mai raggiunto la sufficienza.
Mentre Benedetti ha continuato abbastanza spedito per la sua strada, Rinaldi e Chiarabini si sono ritrovati testa a testa e il tuffo decisivo é stato il triplo e mezzo rovesciato che Tommaso ha eseguito in maniera leggermente migliore. Andrea successivamente é incappato in un errore anche nell’entrata del suo ultimo tuffo, lasciando cosí aperta una speranza di podio per Tommaso Marconi, che non ha esitato ad approfittarne. 

Un podio targato tutto Marina Militare quindi, con Benedetti primo, Rinaldi secondo e Marconi terzo.

Molto emozionante anche la finale femminile dal trampolino di 1 metro che ha visto avvicendarsi alla testa della classifica, complice un errore della Cagnotto sul doppio e mezzo avanti, prima Francesca Dallapé, poi Elena Bertocchi ed infine dopo un uno e mezzo rovesciato da 9, Tania Cagnotto, vincente in rimonta che ha cosi conquistato l’oro in tutte le sue specialitá.

La giornata si é avviata verso la sua conclusione, ma le emozioni non sono certo terminate: ci ha pensato il sincro maschile da 3 metri a mantenere alto il livello di adrenalina! Molte coppie pretendenti alla medaglia d’oro, tra tutte Benedetti e Rinaldi e poi Chiarabini e Marsaglia.

La stanchezza si é fatta sentire, gli errori non sono mancati, il risultato é stato incerto fino all’ultimo tuffo, quando la coppia in testa fino a quel momento ha commesso un errore: doppio e mezzo avanti con due avvitamenti di Benedetti e Rinaldi, entrambi finiti scarsi; Chiarabini e Marsaglia hanno provato il tutto per tutto con il quadruplo e mezzo avanti – riuscito solo in parte – ma ormai il vantaggio degli avversari era troppo e cosi non sono riusciti a raggiungerli. In terza posizione ancora una volta Tommaso Marconi e Gabriele Auber che con un gara regolare senza sbavature sono riusciti a superare la piú quotata coppia formata da Andreas Billi e Giovanni Tocci che é apparsa meno sincronizzata del solito.

A chiudere la giornata in bellezza la “prima volta” del sincro misto in Italia: gara al di fuori della classifica di societá, ma utile per iniziate a capire quale coppia potrebbe partecipare ai Campionati Mondiali di Kazan.

Tre coppie in gara – doveva esserci anche la coppia Maria e Tommaso Marconi, ma la prima é ancora convalescente dopo il GP di Rostock – Maicol Verzotto con Tania Cagnotto, Giacomo Ciammarughi con Laura Bilotta e Lorenzo Marsaglia con Elena Bertocchi.

Di certo ormai gli atleti erano allo stremo, ma si é comunque vista dell’ottima sincronia e dei programmi gara validi e competitivi: ci sono da aggiustare un pó i tempi, sopratutto nei molleggi all’indietro, ma la coppia “di casa” che sicuramente ha potuto provare con piú assiduitá é sembrata molto convincente, aggiudicandosi la prima posizione con 282.30 punti; al secondo posto Marsaglia e Bertocchi con 267.96 e poi praticamente in ex-aequo Ciammarughi e Bilotta con 267.24.