Rip-It: Fina World Series 2014, un'analisi del ranking provvisorio.

He Zi

Con le ultime due tappe della Fina World Series di tuffi ormai alle porte e’ tempo di iniziare a studiare la situazione del ranking mondiale, per controllare lo “stato di salute” dei nostri tuffatori azzuri rispetto ai loro avversari, sopratutto in vista della Coppa del Mondo di Shanghai.

 

La classifica provvisoria del ranking mondiale vede, nel trampolino femminile, al comando le due cinesi He Zi (70 punti) e Wang Han (66 punti), con la nostra Tania Cagnotto al terzo posto (44 punti) e la Marconi al sesto (26 punti). Nel sincro invece sempre la Cagnotto, in coppia con la Dallape’, sono in seconda posizione (78 punti), con la coppia cinese davanti in grande vantaggio (108 punti), e la coppia messicana alle calcagna (66 punti).

 

Dalla piattaforma invece abbiamo in testa Liu Huixia (66 punti), al secondo posto la malese Pamg Rinong (56 punti) e poi la britannica Tonia Couch a pari punti con la canadese Megan Benfeito (38 punti), con la Benfeito che pero’ ha disputato solo tre tappe su quattro. Con due soli punteggi validi la Chen Ruolin che quindi si ritrova “solo” in sesta posizione (34 punti). Per il sincro da 10 metri punteggio pieno (108 punti) per la coppia cinese, seguita ancora una volta da Malesia (84 punti) e Gran Bretagna (72 punti)… un segnale molto chiaro di come gli equilibri di forza stiano mutando in queste due specialita’.

 

In campo maschile invece la Cina “perde la testa” nelle prova individuale dalla piattaforma, dove la fanno da padroni il russo Victor Minibaev (52 punti), l’ucraino Oleksandr Bondar (42 punti) e poi Tom Daley (36 punti – tre tappe per lui). Questa situazione è pero’ dovuta non tanto ad una “debacle” degli atleti cinesi quanto alla scelta di portare ben 4 atleti che quindi hanno disputato solo 2/3 tappe o addirittura solo 1 (Cao Yuan). I nostri Dell’Uomo e Verzotto sono ripsettivamente in decima ed undicesima posizione (16 e 14 punti).

 

Nelle restanti specialita’ tutto “regolare”: He Chong guida la classifica dal trampolino (59 punti) nonostante la brutta eliminazione in Russia; al suo inseguimento Illya Kvasha (54 punti), quest’anno il suo rivale piu’ accanito, e Evgeniy Kuznetsov (49 punti). Nel sincro dal trampolino è al comando la Cina, nonostante abbia una sola medaglia d’oro (99 punti); l’Ucraina grazie ai suoi ottimi piazzamenti segue al secondo posto (78 punti), mentre la Russia, pur avento due ori, ma solo tre partecipazioni, chiude il podio provvisorio (75 punti). Per il sincro dalla piattaforma punteggio quasi perfetto per la coppia cinese al primo posto (105 punti), mentre al secondo posto fa capolino la Germania (84 punti) i cui atleti sono spesso stati poco brillanti nelle tappe fin qui disputate; al terzo posto la coppia della Gran Bretagna (66 punti), un po’ la nemesi dei nostri due azzurri che, quarti, gli stanno sempre con il fiato sul collo (60 punti).