NewSplash: il gioco delle coppie ucraino.

La faida ucraina si compie: Kvasha salta con Gorshkovozov, Prygorov con Zakharov!

hungary-swimming-europeans-2010-8-12-11-20-42

 

Fonte: Sport-Express.

In due articoli apparsi sul portale Sport-Express a distanza di una settimana si è consumata definitivamente la “faida” tra gli atleti ucraini. Lo scorso 8 aprile, in un’intervista che ha toccato diversi argomenti (non ultima la sua partecipazione come coach al programma “Tower” (analogo a “Splash”, allo spagnolo “Mira Quien Salta” o al nostro “Jump!”) o il suo apprezzamento per Jian Yang, che a Rostock lo scorso febbraio ha conquistato il record di punti per un singolo tuffo e per il totale di gara dalla piattaforma, Illya Kvasha ha annunciato che in questa stagione non avrebbe riformato la coppia con Oleksij Prygorov, adducendo tra le motivazioni gli scarsi risultati alle Olimpiadi di Londra e ai Mondiali di Barcellona.
Kvasha ha ricostruito sommariamente l’ultimo anno – un ottimo risultato alle World Series di Mosca 2013 con Prygorov, la sconfitta ai campionati nazionali contro Kolodiy e Gorshkovozov (che avrebbero poi vinto il bronzo agli Europei), e infine il cattivo risultato di Barcellona che riconduce alla mentalità ma anche alle doti fisiche, perché vede il programma di coppia con Prygorov non competitivo per Rio; Illya ha aggiunto che da quando ha cambiato partner di sincro si sente in gran forma (in questa stagione alle World Series di Pechino e Dubai ha conquistato due bronzi con Olexandr Gorshkovozov, che si aggiungono a quello vinto al Grand Prix di Rostock), che mira a introdurre in previsione di Rio un durissimo doppio e mezzo con tre avvitamenti nel programma sincro, e che da quando la federazione ha deciso di formare una nuova coppia con lui e Gorshkovozov non è più riuscito a mettersi in contatto con Prygorov.
L’allenatrice federale Tamara Tokmacheva ha dichiarato in una nota che è sembrato naturale provare in sincro Kvasha e Gorshkovozov, in quanto posseggono i migliori punteggi e i programmi tecnicamente più validi nelle serie individuali.
Il secondo atto della faida si è consumato con la Gold Cup, competizione nazionale che ha visto Kvasha e Gorshkovozov vincere la gara in un testa a testa serratissimo… con Prygorov e Zakharov, la nuova seconda coppia ucraina. Dopo pochi giorni, l’allenatore di Prygorov, Vladimir Molchanov, ha risposto in maniera molto dura alle dichiarazioni sia dell’allenatrice federale, “colpevole” di aver stilato un calendario folle lo scorso anno, che vedeva i nazionali ucraini sovrapporsi con le World Series e di aver messo eccessiva pressione per le medaglie sulla ex coppia di punta a Londra e Barcellona; i piazzamenti a Londra sono mancati, a suo dire, per una condotta di gara che non doveva essere più potente ma più pulita, soprattutto sul triplo e mezzo, e per alcuni giudici molto morbidi nei confronti della coppia statunitense.
Molchanov ricorda inoltre che nel 2011, durante l’infortunio di Kvasha, Prygorov ha saltato con Gorshkovozov e con ottimi risultati (il pass per Londra ai mondiali di Shanghai), al punto che la federazione ha proposto loro di formare una nuova coppia di sincro, e che Prygorov ha rifiutato per non “tradire” proprio Kvasha; l’allenatrice federale Tokmacheva sarebbe quindi colpevole di molte disparità di trattamento nei confronti delle diverse coppie, tra le quali quella di aver fissato paletti molto alti per la qualificazione alle competizioni internazionali (punteggi che, se raggiunti, sarebbero competitivi non solo contro i russi, ma addirittura contro i cinesi!) in modo da potersi riservare di decidere la coppia partecipante come da regolamento. L’allenatore di Prygorov accusa anche i giudici nazionali di favorire la coppia Kvasha-Gorshkovozov nelle competizioni nazionali, citando esempi di disparità di trattamento; propone quindi, visto che il diritto per le World Series è stato guadagnato dal suo atleta e da Kvasha ai Mondiali di Barcellona, che anche la coppia Prygorov-Zakharov possa prendervi parte in almeno due o tre tappe, perché possa essere data ad entrambe le nuove coppie il giusto spazio. In caso contrario i suoi atleti sono pronti a trasferirsi a Miami o in Messico, dove sono disponibili posti di lavoro prestigiosi e meglio remunerati della partecipazione a tempo parziale nel team ucraino.
In attesa di ulteriori e clamorosi sviluppi, dopo questo scambio di velenose accuse che certo non fa bene al movimento ucraino, continua quindi la rivoluzione che vede le coppie di sincro di Londra 2012 sbriciolarsi ad una ad una: dopo poco più di un anno sono già la metà ad aver cambiato, in parte o totalmente, i tuffatori di punta… il Canada ha dovuto rinunciare al talento di Despatie per ritiro, la Cina ha visto Qin Kai “lasciare” Luo Yutong per He Chong, e Chris Mears per la Gran Bretagna si tuffa ora con Jack Laugher. E con Dumais sulla soglia dei 34 anni, potrebbe non essere finita qui!