Fina Diving Grand Prix: Montreal – i risultati del terzo giorno.

Tempo di finali alla piscina olimpica di Montreal! Ieri sono state assegnate le prime medaglie nelle gare individualie e nelle gare sincro: a dare il via alle danze sono state le ragazze in sincro dalla piattaforma.

Ed è stata subito grande gioia per i tifosi di casa: la vittoria è andata alle beniamine di casa, Roseline Fillion e Megan Benfeito, che l’hanno spuntata per un solo punto sulla seconda coppia canadese formata dalle sorelle Pamela e Carol Ann Ware. A chiudere il podio la coppia australiana della veterana Loudy Wiggins e Rachel Bugg, mentre le cinesi Li Kang e Yi Sheng si sono dovute accontentare della medaglia di legno.

Qui tutti i dettagli della finale.

A seguire c’è stata la finale sincro maschile da tre metri: senza atleti cinesi in gara la medaglia d’oro sembrava essere in pugno alla coppia canadese di Alexandre Despatie e Ruben Ross, ma a sorpresa a farla da padrone sono stati Bryan Nickson e Huang Qiang, la coppia malese, sempre più determinata a conquistare la prima medaglia olimpica della storia della Malesia.

I padroni di casa si sono dunque dovuti accontentare della medaglia d’argento, mentre al terzo posto si è piazzata la coppia messicana (quella non ufficiale).

I dettagli della finale.

Nella finale femminile dal trampolino da tre metri abbiamo assistito al ritorno alla vittoria di una delle più forti atlete europee che però non è mai riuscita a conquistare una medaglia mondiale: stiamo parlando di Anna Lindberg che ,con la finale libera da cinesi e… italiane si è facilmente aggiudicata il primo posto.

Dietro di lei Pamela Ware, che sembra seriamente intenzionata a spodestare o Emilie Heymans o Jennifer Abel dalla qualifica olimpica e a farsi spazio “con la forza” nel team canadese! Terzo posto per l’australiana Sharleen Stratton.

Cliccate qui per vedere la finale nel dettaglio.

L’ ultima gara della giornata è stata anche la più spettacolare di tutte ed a lasciato in molti con la pelle d’oca! I pronostici davano come favorito il veterano cubano (1978) Jose Guerra, che non ha tardato a confermare le aspettative: già al secondo tuffo infatti, il triplo e mezzo indietro carpiato (207 B) ha strappato alla giuria la bellezza di quattro 10, mentre nel tuffo successivo, il triplo e mezzo ritornato (407 c) i 10 sonostati ben sei!!

Insomma una vittoria ormai in tasca… Ma i tuffi non sono come la matematica, e basta poco per rovinare tutto! E’ bastata una distrazione, un attimo di rilassamento ed ecco l’errore nella verticale rovesciata (636 c), tuffo che in tutto il mondo viene eseguito solo da Guerra, che ha permesso al messicano Andres Villarreal di accorciare le distanze e poi di superarlo nel finale.Da notare che il signor Villarreal ha iniziato la finale con un mostruoso quadruplo e mezzo avanti CARPIATO (difficoltà 4.1!!) con il quale ha totalizzato 104 punti!

Alla fine lo scarto tra i due è stato di soli due punti, pochi ma sufficenti per fare la differenza.

Il terzo posto, a trenta punti di distacco è andato al cubano Jenkler Aguirre, mentre il beniamino di casa, Riley Mccormick si è dovuto accontentare si sfiorare il podio.

Ecco la finale con tutti i particolari.

a domani per il resoconto dell’ultimo giorno di gare!