Verso Coppa del Mondo : la squadra italiana.

Con la conclusione della Coppa Londra sono terminate anche le qualifiche per gli atleti che faranno parte della squadra italiana che gareggierà alla Coppa del Mondo di Londra.

In attesa del comunicato stampa della F.I.N. noi di TuffiBlog abbiamo creato, come avevamo fatto già prima dei Campionati del Mondo di Shanghai, un nostro team ideale: e voi?

Fateci sapere chi vorreste vedere sulle piattaforme a portare in alto i colori dell’Italia!

Di seguito la nostra squadra :

Ecco il “TuffiBlog” team :

Femminile :

3 mt : Tania Cagnotto, Francesca Dallapè, riserva Maria Marconi.

Piattaforma : Noemi Batki e Brenda Spaziani

Sincro 3 metri : Tania Cagnotto e Francesca Dallapè.

Sincro 10 mt : Brenda Spaziani e Noemi Batki.

Maschile :

3 mt : Michele Benedetti, Andreas Billi.

Piattaforma : Francesco Dell’ Uomo, Andrea Chiarabini

Sincro 3mt : Nicola Marconi e Tommaso Marconi.

Sincro 10 mt : Francesco Dell’Uomo e Andrea Chiarabini.

Che ne pensate? Non si dovrebbe discostare molto da quelle che saranno le convocazioni ufficiali fatte in base alle selezioni, ma vorremmo conoscere anche la vostra opinione!

20 Commenti in Verso Coppa del Mondo : la squadra italiana.

  1. Con il parco macchine che abbiamo a disposizione,mi sembra la scelta obbligata dalle circostanze.In bocca al lupo!

  2. Sono d’accordo con voi tranne che per una cosa: siccome la Dallapè probabilmente andrà già alle Olimpiadi in sincro con Tania, farei partecipare Maria Marconi dai 3 metri individuale… alle grandi manifestazioni non ha mai deluso un granché (forse perché non aveva niente da perdere), non capisco cosa le sia successo in queste tre gare di qualificazione.

  3. quoto giulia

    • TuffiBlog // 13 Febbraio 2012 a 18:34 //

      È vero, è stata inriconoscibile!
      Peró secondo voi è effettivamente più forte della Dallapè?

  4. SENZA DUBBIO,potenzialmente io credo sia anche piu forte di Tania!

  5. alessia // 14 Febbraio 2012 a 12:22 //

    Secondo me, dato che Tania ha già la qualificazione sarebbe giusto se la giocassero fino all’ultimo Maria e Francesca..quindi far partecipare loro due da 3 metri.

    • TuffiBlog // 14 Febbraio 2012 a 13:49 //

      Non sarebbe una cattiva idea, anche perchè nel 2008, alla Coppa del Mondo di Pechino, a cui erano qualificate la Marconi e la Cagnotto, Tania non partecipò alla gara da tre metri per farla fare alla Dallapè.

  6. mitica alessia

  7. dronledaifamal // 14 Febbraio 2012 a 22:30 //

    Concordo con B! Maria Marconi potenzialmente è anche più forte della Tania Cagnotto. Per rispondere alla domanda di tuffiblog “Peró secondo voi è effettivamente più forte della Dallapè?” voglio ricordare che è capitato solo in Italia che la Dallapè abbia battuto la Marconi, in campo internazionale dove le “mafie del nord” non hanno potere, la Marconi si è sempre rivelata più forte! Ora Mr. Tuffiblog non mi venga a dire che le mafie del nord non esistono, perchè come ha sottolineato lei, nel 2008 ce la misero tutta pur di dare un’altra chance alla Dellapè, mentre con la Marconi quest’anno niente! Perchè il CT non ci spiega questa differenza di trattamento?

    Per quanto riguarda gli uomini mi chiedo come facciate ancora a considerare Andreas Billi un atleta da presentare a gare internazionali (figuriamoci poi una qualifica olimpica) dopo la figuraccia che ha fatto nelle qualifiche e nell’ultima gara da voi documentata in Germania.

  8. TuffiBlog // 15 Febbraio 2012 a 0:34 //

    Noi non crediamo che esistano queste fantomatiche mafie…

    C’è un CT, Giorgio Cagnotto, che ha deciso dei criteri di selezione e che prende delle decisioni:
    Se nel 2008 ha ritenuto giusto dare un’occasione in più alla Dallapè lo avrà stabilito pensando al bene della squadra. Non vogliamo credere che ci siano dei favoritismi, anche perchè certe scelte gli si ritorcerebbero contro!

    Comunque anche secondo noi il signor Cagnotto alla Coppa del Mondo di Londra dovrebbe fare la stessa mossa fatta nel 2008; il motivo?

    Con due atlete non ancora qualificate, la Marconi e la Dallapè, a gareggiare per un posto alle Olimpiadi l’Italtuffi avrà più chance di prendere il posto che ci manca!

    Per quanto riguarda Billi : è vero, al GP di Rostock non è andato molto bene, ma tra le nuove leve ci sembra quello che stia provando più di tutti ad inserire un programma gara all’altezza del palcoscenico internazionale.

    Ovviamente queste sono solo nostre idee personali, non vogliamo offendere nessuno!

  9. tuffiplof // 15 Febbraio 2012 a 16:09 //

    Che tristezza i commenti dei bloggers, “ma del resto non conoscono l’ambiente”… la cosa più triste è che l’amministratore del sito abbia finalmente fatto vedere la sua posizione. Vi siete mai chiesti chi sia? qual’è il suo fine? e se veramente tutti i commenti sono pubblicati! Tra l’altro prima di dare delle sentenze forse si dovrebbe informare meglio altrimenti si potrebbe pensare che l’utilizzo del sito sia solo strumentale.

    • TuffiBlog // 15 Febbraio 2012 a 17:19 //

      Un commento, questo, fatto solo per provocare… Un tipico troll internettiano.

      Ci limitiamo a dire che a noi interessano solo i tuffi, e tutti gli atleti sono per noi speciali. Senza secondi fini.

      Chi ci segue lo sa!

      Ma del resto non potevamo piacere a tutti: qualche invidioso o qualcuno che avrebbe strumentalizzato le nostre parole prima o poi sarebbe arrivato, ma noi continueremo per la nostra strada, felici e con il sorriso!

      Ps: a noi non piace la censura, è per questo che pubblichiamo tutti i commenti che ci arrivano (salvo spam/ingiurie/diffamazioni ovviamente).

  10. mepiazenlituffi // 17 Febbraio 2012 a 0:24 //

    Nota della redazione : Questo commento è stato in parte modificato dalla redazione perchè ritenuto diffamatorio nei confronti di una persona.

    Ecco il commento:

    Anche a me interessano i tuffi e credo un pochinino di capirci.
    Mi spiace che tuffiblog per ragioni che ritengo quanto mai politiche non si sia sbilanciato un po’ di più. Il problema è che se un CT si prende le sue responsabilità deve poi pagare il conto ma se il conto non gli viene mai presentato continua a fare quello che vuole. Le vogliamo chiamare mafie…. mah potremmo anche addolcire il termine. A me i tuffi piacciono e basta; credo quindi di non essere di nessuna “mafia”. Certo che se la simpatica Dallapè non si qualificasse per le olimpiadi sarebbe un male per tutto il movimento tuffistico. Purtroppo ad onor del vero alla simpatica Marconi ( simpatica ne più ne meno della Dallapè ) è stato riservato un trattamento non uguale a quello riservato alla Dallapè in occasione della coppa del mondo di Pechino a cui venne data una chance in più che invece non si è voluto dare alla Marconi per queste Olimpiadi di Londra.
    La cosa che più infastidisce è che la Marconi non è stata neanche portata come riserva, questione di costi, non credo proprio.
    Immaginate se per un qualunque motivo la Dallapè non fosse in grado di fare la gara…. beh a quel punto qualcuno dovrebbe pagare, ma come al solito non pagherà.

    Insomma il tutto per dire che il problema principale sono i numerosi conflitti di interesse che esistono in questo bellissimo/bruttissimo mondo….
    Forse nominare qualcuno super partes che si prenda tutte le responsabilità del caso sarebbe la cosa migliore
    Ed ora speriamo che tuffi blog ci faccia sapere dove ammirare la coppa del mondo; magari qualche canale in streaming, chi lo sa.

    Tuffiblog continua così, è bello sentire una voce comunque fuori dal coro….

    • TuffiBlog // 17 Febbraio 2012 a 9:09 //

      A proposito della situazione Marconi/Dallapè crediamo tu abbia ragione, ma non vogliamo credere ci siano dietro dei favoristimi: pensiamo sempre che certe scelte vengano fatte per motivi tecnici.

      Per la parte del commento da noi eliminata : credo tu debba essere certo prima di scrivere queste cose: sono accuse un pò pesanti e noi di finire querelati non vorremmo proprio.

  11. mepiazenlituffi ora il tuffatore mascherato.. non vorrei si pensasse che sono di Trieste e fuorviare le indagini.... // 17 Febbraio 2012 a 12:19 //

    Mi spiace nessuno vuole finire querelato e non credo sia corretto mancare di rispetto a nessuno.

    Commento modificato dalla redazione perchè ritenuto diffamatorio, oltre che non inerente al tema dell’articolo.

  12. Secondo me dovevano dare un’altra opportunità alla Marconi, però va riconosciuto che, pur sbagliando, Francesca Dallapè è più costante.
    Questo è agli occhi di tutti.
    Quindi, se la federazione italiana aveva scelto quelle tre gare per la qualificazione alla coppa del mondo, è giusto che passi Francesca, e non credo si debba parlare di favoritismi o “mafie”.
    L’unica cosa che si può dire è che, visto che la Cagnotto è già qualificata, poteva rinunciare direttamente alla Coppa del Mondo per far avere alle altre due la stessa possibilità di andare alle Olimpiadi.

  13. Ciao ragazzi,

    ho un problema a inserire il mio commento qui; l’ho inviato alcune volte ma mi compare un messaggio di errore che mi informa della presenza di un post duplicato già inserito…in realtà non sono ancora riuscito a condividerlo.
    Grazie, elisa

  14. Ciao ragazzi, nei giorni precedenti ho avuto problemi a inserire questo post. Provo a ripubblicarlo adesso sperando di riuscirci :)):

    Per prima cosa un grandissimo in bocca al lupo alla squadra che sta per affrontare la Coppa del Mondo a Londra!

    Riguardo l’argomento di discussione non credo nemmeno io alla presenza di “mafie” o favoritismi particolari. Credo nell’esperienza e nella capacità di Giorgio Cagnotto di gestire i suoi atleti al fine di raggiungere il miglior risultato complessivo possibile.
    Detto questo, penso che non conoscendo nel suo complesso l’insieme dei singoli elementi tecnici e delle circostanze per le quali viene presa una specifica decisione, si possa condividere o meno una scelta del nostro CT esprimendo la propria opinione nel rispetto di tutti.

    Personalmente sono molto dispiaciuta dell’assenza di Maria a questa Coppa del Mondo. La ritengo un’atleta dalle grandissime capacità e del tutto meritevole di partecipare ai Giochi di Londra. Nel corso del 2011 ha saputo regalarci performace eccezionali, dimostrando di poter competere con le tuffatrici più forti del mondo in finali di indiscusso livello, gestendo al meglio il suo programma e la sua capacità di concentrazione.
    Al pari di Francesca, che ha meritato la selezione dopo queste tre prove, avrebbe potuto ottenere una convocazione per la gara di qualificazione a Londra.
    L’eventualità, postata anche nei commenti precedenti, di portare alla coppa del mondo Francesca e Maria nei 3metri e non fare gareggiare Tania poteva essere una delle scelte percorribili.
    Indubbiamente, rispetto al 2008, si tratta di un’edizione dei Giochi molto particolare per Tania che è ancor di più alla ricerca di occasioni importanti per confrontarsi con le sue avversarie al fine di non tralasciare nessun dettaglio nel percorso di avvicinamento a Londra; un particolare che potrebbe aver condizionato la scelta di non rinunciare a questa prova all’Aquatic Center.
    Restano indiscussi, come evidenziato da tutti voi, alcun vantaggi impliciti nella convocazione di Maria e Francesca nei 3metri tra cui la possibilità di disporre di maggiori chances di qualificazione e di dare a Maria, oltre che a Francesca, l’opportunità di esprimere un talento che ha già dimostrato di possedere.

    Concludo esprimendo ancora una volta la mia soddisfazione per il lavoro di Tuffiblog: dall’attenzione per un ampio spettro di argomenti alla cura dei contenuti fino alla gestione equilibrata del dibattito online.

    Elisa
    Tania Cagnotto Official Fans Club
    http://www.taniacagnottoweb.net

I commenti sono bloccati.