Campionati Italiani Master invernali : Bolzano – i risultati dell'ultimo giorno.

E con le gare di domenica mattina si sono conclusi i Campionati Italiani Master invernali, che hanno seganto il nuovo record per quanto riguarda il numero di partecipanti, che ad ogni edizione continua a crescere!

Nonostante la stanchezza anche oggi le gare sono state tiratissime e quasi mai scontate; ad iniziare dalla prima, la piattaforma amatori femminile, nella categoria 16-24 anni.

Le due favorite, Barbara Franzoni (Dibiasi) e Laura Minini (Bergamo), si sono dovute accontentare rispettivamente del secondo e terzo posto, avendo entrambe sbagliato almeno un tuffo in maniera grave. La medaglia d’oro è quindi andata a Federica Capra, Lazio tuffi, che con una gara non eccelsa ma regolare si è portata a casa anche questo titolo italiano.

Nella seconda gara della mattina si sono affrontati i ragazzi della categoria amatori 16-24, dal trampolino di 3 metri. Anche in questa prova l’hanno fatta da padroni i fratelli Culotta, Dibiasi, che non hanno avuto problemi a spartirsi la medaglia d’oro e quella d’argento.

Anche la gara delle atlete master nella categoria 25-34 da un metro è stata serratissima, con un’agguerrita Elisa Bertazza, Lazio tuffi, che ha conquistato il primo posto (171 punti) nonostante non fosse la favorita. Merito di un programma gara con più difficoltà rispetto a quello delle avversarie e ad una buona esecuzione di tutti i suoi tuffi. Seconda Chiara Ramarini, Dibiasi, con 159 punti, troppo incerta sui presalti, e terza Viola Tecchi, polisportiva Riccione, con 145 punti.

Nella categoria 35-49 Alicia Carrettero, polisportiva Riccione, non ha rivali e vince facile con 232 punti; argento per Simona Zirano, C.S. Aniene, 118 punti e brozo a Sonia Meneghelli, canottieri Mincio, con 73 punti.

L’ultima gara della manifestazione è stata la piattaforma master maschile, nelle varie categorie di età. Nella categoria 70-79 Pino Auber, Trieste tuffi, ci ha stupito ancora una volta con i suoi tuffi da 10 metri, meritandosi la sua quinta medaglia d’oro.

Per la categoria 50-69 Luca Baraldini, canottieri Mincio, ha “soffiato” l’oro a Walter Sbisà, Trieste tuffi, per soli 40 centesimi di punto, lasciando quest’ultimo molto scontento di non aver potuto emulare il suo compagno di squadra, nonchè di sincro e allenatore, Pino Auber. Bronzo per Arturo Ariosi, canottieri Mincio.

Francesco Antodicola, Lazio tuffi, nella categoria 25-34, ha ottenuto 183 punti, vincendo così la medaglia d’oro; medaglia d’argento a Davide Lunghi, C.S. Aniene, 175 punti, che avrebbe potuto vincere se non avesse sbagliato il suo ultimo tuffo, l’uno e mezzo indietro da 5 metri. Bronzo per Federico Nardi, polisportiva Riccione, con 171 punti.

A chiudere questi campionati ci hanno pensato i master 35-49 anni, che hanno dato vita ad una bellissima sfida, il cui podio, fatta eccezione per il primo posto, è stato incerto fino all’ultimo. L’oro era, ovviamente, già al collo di Francesco Priori, canottieri Mincio, che con i suoi 237 punti ha distanziato tutti i suoi avversari. Anche Attilio Fois, Dibiasi, ormai uno specialista della piattaforma, ha saputo difendersi molto bene, e si è piazzato secondo con un punteggio di tutto rispetto, 219 punti. Terzo posto per Luigi Miraglia, Dibiasi, con 185 punti.

 

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Campionati Italiani Master invernali : Bolzano – i risultati dell’ultimo giorno. | Hotels-Riccione.com

I commenti sono bloccati.