Menu Chiudi

NewSplash: tuffatrice malese positiva alla sibutramina!

Posted in Atleti, Diving, NewSplash, Tuffi

Non c’è pace in queste ultime settimane per la nazionale di tuffi della Malaysia, che dopo le accuse di stupro rivolte a uno dei suoi allenatori deve fronteggiare anche un caso di positività al doping.

È notizia di pochi giorni fa, rivelata dall’autorevole quotidiano malese (in lingua inglese) New Straits Times, che una delle tuffatrici impegnate ai recenti Giochi del Sud-Est Asiatico (SEA Games) è stata trovata positiva alla sibutramina.

La sibutramina non è considerata una sostanza che aumenta le prestazioni, essendo una sostanza che inibisce l’appetito e porta quindi a una perdita di peso: tuttavia è nella lista proibita della WADA in quanto può coprire altri medicinali e anche perché è considerata pericolosa per la salute dell’atleta. È un medicinale vietato per la vendita in quasi tutto il mondo, ma è ancora commercializzato solo in alcuni paesi asiatici come la Cina.

Il quotidiano afferma che a essere trovata positiva sia stata un’atleta partecipante alle Olimpiadi e una delle atlete vincitrici di una medaglia d’oro ai SEA Games. La Malesia, che giocava “in casa”, ha fatto il filotto, conquistando tutte e tredici le medaglie in palio, schierando la squadra “titolare”. Il giornale ricorda infatti le sette medagliate d’oro: Cheong Jun Hoong, Pandelela Pamg, Ng Yan Yee, Leong Mun Yee, Traisy Vivien Tukiet, Nur Dhabitah Sabri e Jasmine Lai.

Tra queste, però, è da escludere l’ultima, in quanto non ha mai partecipato alle Olimpiadi: Mun Yee (2000, 2004 e 2008) e Pamg (2008, 2012 e 2016) hanno partecipato a ben tre edizioni; Cheong e Ng a due (2012 e 2016); e Tukiet (2012) e Sabri (2016) a una.

Con la convocazione per i prossimi Grand Prix di Malesia e Gold Coast che coinvolge solo cinque delle sei atlete citate, potrebbe essere possibile fare delle deduzioni – sulla base delle informazioni sin qui fornite dal quotidiano -sull’unica tuffatrice mancante, “Wendy” Ng Yan Yee. Potremo confermare o smentire questa supposizione, che facciamo, lo ripetiamo, solo riportando gli articoli riportati, nei prossimi giorni dopo le controanalisi.

Ng, 24 anni, è stata finalista olimpica e mondiale; è da quattro edizioni la campionessa del sudest asiatico per il sincro 3 metri e ha al suo attivo anche due medaglie d’argento nella stessa specialità ai Giochi dell’Asia, dietro le imprendibili cinesi.