NewSplash: Favre stop per 3 mesi, squalifica già scontata

Rostock2015-3m-Springboard-Women-prel-019-0258

La FINA ha da poco annunciato la sospensione di due atleti per doping: tra questi compare la tuffatrice svizzera Jessica Favre (impegnata, tra le altre cose, agli scorsi Europei di Rostock e alle Universiadi in corso a Gwangju), risultata positiva al tuaminoeptano che è considerato una sostanza stimolante proibita. L’atleta è risultata positiva il 22 giugno dello scorso anno durante i campionati nazionali e sospesa in via cautelativa.

Il tuaminoeptano è un farmaco vasocostrittore presente in alcuni spray decongestionanti nasali o mucolitici, spesso usato in caso di raffreddore, irritazioni al cloro o allergie: è probabile dunque, data anche l’esiguità della squalifica, che la FINA abbia giudicato quello della Favre come un’ingenuità commessa anziché un caso di doping, anche se la squalifica è costata all’atleta l’annullamento dei risultati ai campionati nazionali, compresi gli eventuali premi in denaro.

La squalifica comminata dal suo comitato olimpico è terminata quindi nel dicembre del 2014 e la tuffatrice ha potuto regolarmente prendere parte alle gare di questa stagione, come da suo diritto.

Foto: G. Perottino/Deepbluemedia