Fina Diving GP: Rostock – Argento per Cagnotto e Dallapè, alla faccia dei centesimi!

Netherlands EC Diving

 

Ultima giornata per il GP Fina di Rostock, ultima gara per il team azzurro, ma probabilmente la più attesa: i tuffi sincronizzati femminili dal trampolino di 3 metri con francesca Dallapè e Tania Cagnotto!

La loro prima gara insieme, la loro “prima volta” con il triplo e mezzo avanti carpiato, inserito al posto del doppio e mezzo indietro carpiato, per aver anche solo 1 decimo di coefficiente di difficoltà in più.

Le avversarie da battere oggi erano parecchie: le cinesi Lin Qu e Chunting Wu, le canadesi Pamela Ware e Jennifer Abel, le tedesche Nora Subschinski e Tina Punzel, le russe Nadezda Bazhina e Kristina Ilinykh e le ucraine Olena Fedorova e Anna Pysmenska, praticamente le prove generali per il Mondiale!!

Come sempre le azzurre sono state impeccabili nei tuffi obbligatori, eseguiti con l’eleganza che le contraddistingue; nei tuffi liberi c’è stata qualche incertezza, sopratutto nelle fasi di entrata, ma nulla di grave, anzi perfettamente comprensibile visto il periodo dell’anno.

Le coppie avversarie non sono state perfette, sopratutto, ironia della sorte, nel doppio e mezzo indietro carpiato, che in molte hanno sbagliato; le nostre atlete sono rimaste quindi salde al comando della classifica, tallonate solo dalle due giovani cinesi.

Ma il nuovo tuffo è stato forse quello più “ostico” per Tania e Francesca: il doppio e mezzo indietro è sempre stato un “porto sicuro”, mentre il Il triplo e mezzo avanti è un tuffo più faticoso. Oggi la sincronia è stata perfetta, l’ ingresso in acqua meno buono: manca ancora un pò di elevazione per aver lo spazio necessario per fare una buona entrata e poi i punti in più saranno assicurati!

Nulla che ancora un pò di allenamento non possa risolvere.

Prima dell’ultimo tuffo quindi era di nuovo tutto in gioco, con le cinesi ormai in vantaggio, le canadesi e le tedesche in agguato: la Cagnotto e la Dallapè hanno eseguito un buon doppio e mezzo ritornato, la Punzel e la Subschinsky invece un dimenticabilissimo avvitamento avanti. La Abel e la Ware invece sono state ad un passo dal raggiungerle, ma l’entrata in acqua più lontana dalla compagna Abel ci ha fatto guadagnare quei 6 centesimi di punto (!) e la seconda piazza è stata nostra.

E così il bottino di questo GP si è arricchito di una seconda medaglia d’argento e la consapevolezza che, anche con un’esecuzione non perfetta come quella di oggi, il triplo e mezzo avanti può essere l’arma giusta per sconfiggere la maledizione dei centesimi!

Rank Diver Nation TDD Points
1
Qu, Lin
Wu, Chunting
13.0 305.40
2
Cagnotto, Tania
Dellapé, Francesca
13.1 284.40
3
Abel, Jennifer
Ware, Pamela
13.1 284.34
4
Freitag, Uschi
Jansen, Inge
13.0 280.20
5
Fedorova, Olena
Pysmenska, Anna
13.0 277.80
6
Punzel, Tina
Subschinski, Nora
13.0 277.20
7
Chávez, Arantxa
Hernandez, Dolores
13.0 263.40
8
Bazhina, Nadezda
Ilinykh, Kristina
13.0 261.30
9
Oettinghaus, Saskia
Stawczynski, Louisa
12.5 256.65
10
Gondos, Flora
Kormos, Villö
12.3 243.99
11
Fernandez, Jeniffer
Jimenez, Luisa
12.3 225.90