NewSplash: cambiamenti in terra australiana.

20140205-143436.jpg

20140205-143457.jpg

Cosa c’entra Michel Larouche, allenatore di atleti del calibro di Alexandre Despatie, Roseline Filion, Meaghan Benfeito ed Emilie Heymans e dal 2008 supervisore e responsabile dei tecnici federali canadesi, con un articolo a proposito della situazione federale australiana…?

Diving Australia ha deciso di fare un bell’investimento ed apportare qualche cambiamento per assicurarsi che la strada verso Rio sia quella giusta, quella che porta al successo; iniziamo dai cambiamenti: oltre alla sede federale di Brisbane DA sta creando dei “Performance Pillars” dei “Pilastri per la Performance”, centri per lo sviluppo dell’eccellenza, a Sydney e ad Adelaide.

Ed é proprio ad Adelaide che si stabilirá Larouche, e lí si occuperá di allenare i giovani promettenti che andranno ad alimentare la squadra nazionale.

Un colpo niente male per una giá fortissima nazione che non vuole in nessun modo restare indietro rispetto alla Cina, la Russia e alle altre leader mondiali; un’investimento che sicuramente assicurerá lo sviluppo e la crescita sia degli atleti che degli allenatori.

Gli altri cambiamenti apportati con l’arrivo dei “Performance Phillars”: Tong Hui, capo allenatore della nazionale, diverrá il capo allenatori del “PP” di Brisbane, mentre a Chava Sobrino verrá affidato quello di Sydney.

Il CEO (chief executive officer, l’equivalente del nostro amministratore delegato) della Diving Australia, David Bell ha dichiarato:”questa nuova strategia ci da maggior flessibilitá e capacitá, sopratutto ci assicura che tutti i nostri talenti abbiano l’opportunitá di sviluppare il loro potenziale”.

Il nuovo progetto dei “Performance Phillars” inizierá a breve, giusto il tempo di sistemare il visto di Michele Larouche.

Il mio personale pensiero: se non si investe, sia negli impianti che nelle risorse umane, che non ci mancano, per i tuffi italiani dopo Rio, finita l’epoca della Cagnotto e dei fratelli Marconi, sará dura…