Rip – It! A che punto siamo con le qualifiche?

Rip-It

I Campionati Italiani assoluti indoor sono ormai alle porte e con essi anche la terza ed ultima prova di selezione per i Campionati Europei di giugno, che si terranno a Rostock.

Dopo i Campionati di Categoria e la Coppa Rio a Torino si tireranno le somme e la squadra nazionale verrà delineata dal CT Giorgio Cagnotto in base ai criteri decisi ad ottobre: tre prove, la somma delle migliori due per vedere chi è stato il migliore.

In parte il team ha già degli atleti sicuri, ovvero tutti gli atleti finalisti alle Olimpiadi di Londra 2012: Tania Cagnotto per il trampolino di tre metri ed il sincro insieme a Francesca Dallapè e Noemi Batki dalla piattaforma.

Ma per tutti gli altri la “selezione” è ancora aperta, almeno fino a domenica 14… Andiamo a vedere insieme chi sono gli atleti che stanno “lottando” per ottenere un posto in squadra!

Partiamo dal basso, dal trampolino di un metro femminile: è in testa Maria Marconi, che dopo la vittoria con 291 punti ai Campionati di categoria e quella di Coppa Rio con 269 punti è l’ atleta più sicura.

Dietro di lei Tania Cagnotto che, pur avendo partecipato solo ai Categoria, ha il secondo punteggio più alto, 289 punti; ora bisognerà vedere se parteciperà ai Campionati Assoluti invernali, visto il suo impegno con il programma “Altrimenti ci arrabbiamo” e lo stiramento al gluteo.

Dietro di loro Michelle Turco, la cui somma delle due gare è 472 punti ed  Annapaola Tocchio con 416 punti; ci sono anche altre due atlete molto papabili per la qualifica, ma che hanno al loro attivo un solo punteggio e per loro Torino sarà di fondamentale importanza: Elena Bertocchi (262 punti) e Francesca Dallapè (256 punti).

EDIT: Abbiamo avuto conferma che la Cagnotto non parteciperà a Torino, essendo impegnata con la trasmissione “Altrimenti ci arrabiamo”.

Il secondo posto in squadra quindi è ancora molto aperto e la differenza la farà la partecipazione o meno della Cagnotto.

Per il trampolino maschile da un metro a guidare la classifica c’è Andreas Billi con un totale di 685 punti, seguito a brevissima distanza da Tommaso Rinaldi con 680 punti. Tutto potrebbe restare così anche dopo gli Assoluti, ma Michele Benedetti (659 punti) è a soli 20 punti di distanza da Rinaldi e a 25 da Billi e Tommaso Marconi (638 punti) a poco più di 30 da Rinaldi; non sono pochi, ma nelle gare di tuffi basta un attimo per commettere errori “fatali” e perdere posizioni e punti preziosi.

Passando al trampolino da tre metri femminile: come abbiamo detto prima, uno dei posti è già occupato di diritto da Tania Cagnotto, ma per il secondo posto la sfida è tra Maria Marconi, che conduce con 608 punti, e Francesca Dallapè, che pur avendo un solo punteggio (297 punti), è sicuramente l’atleta più quotata per dare filo da torcere alla Marconi.

Per il trampolino da tre metri maschile invece la situazione è più complicata; momentaneamente in testa c’è Tommaso Rinaldi che conduce con 816 punti, ma dietro di lui ci sono tre ottimi tuffatori in una manciata di punti: Tommaso Marconi, 788 punti, Andreas Billi, 777 punti e Michele Benedetti, 773 punti. Gli Assoluti di Torino saranno per tutti loro importantissimi e non sarà concesso neanche il minimo errore!

Passiamo ora alle  gare dalla piattaforma: in campo femminile c’è già Noemi Batki qualificata, ma poi sono veramente poche le atlete in corsa per il secondo posto in squadra: Giorgia Barb, l’unica con due gare all’attivo, è avanti con 438 punti. Potrebbero insidiarla Brenda Spaziani, 249 punti, e Giulia Belsasso con 264 punti.

Anche dalla piattaforma maschile i pretendenti sono veramente pochi, quasi ai minimi storici per l’Italia, e l’infortunio di Dell’Uomo certo non giova al movimento. Ma dalla lista dei partecipanti sembra che Francesco prenderà parte alle gare, lo speriamo per lui! A guidare la classifica provvisoria c’è Andrea Chiarabini con 818 punti, seguito da Verzotto con 781 punti; Dell’Uomo ha un solo punteggio, 394 punti, e sicuramente poco allenamento alle spalle: anche questa gara sarà molto interessante!

Per concludere non ci resta che parlare delle gare sincro: il trampolino femminile è già deciso e vedremo Tania Cagnotto e Francesca Dallapè difendere il loro titolo europeo.

Per il trampolino maschile la coppia in testa è quella, nessuno ci avrebbe scommesso, formata da Tommaso Marconi ed Emanuele Marini: per loro un totale di 767 punti.  Dopo di loro ci sono Benedetti e Rinaldi con 739 punti, ma siamo sicuri che la coppia formata da Andreas Billi e Giovanni Tocci incute molto più timore: hanno solo una gara, ma con essa hanno fatto 398 punti, solo pochi centesimi in meno della miglior prestazione di Marconi e Marini. Anche qui quindi non ci sono certezze e tutto si deciderà sabato pomeriggio.

Per i sincro dalla piattaforma, sia maschile che femminile, la situazione è abbastanza desolante: per gli uomini gli unici ad avere una gara valida sono Maicol Verzotto e David Schmid, 319 punti, mentre in campo femminile non si è presentata neanche una coppia. Questa non è certo una cosa positiva: che fine stanno facendo in nostri piattaformisti? Cosa sta succedendo? Come mai non sembra esserci un progetto per far tornare competitiva la nostra nazionale anche in questa specialità?

Dopo domenica 14 aprile, risultati alla mano, il commissario tecnico Giorgio Cagnotto, vaglierà tutti gli atleti meritevoli e deciderà la formazione della squadra nazionale: spetta sempre a lui l’ultima parola sulle convocazioni.

A presto per i  nostri report delle gare!