Alexandre Despatie: la vita dopo i tuffi… ?

Alex Despatie Media

 

Fonte: 98,5 Sports

Il tre volte campione del mondo, argento alle Olimpiadi di Pechino, martedì 19 febbraio è stato a Gatineau, sede del prossimo GP Fina canadese, e ha rilasciato un intervista all’emittente radio “98,5 Sports”.

“La mia partecipazione al GP non è affatto sicura, ma tuffi o non tuffi sarò comunque lì per fare il tifo ai miei compagni di squadra.”

Ora Alex sta recuperando da un doppio intervento ai tendini del ginocchio:”Il 2012 è stato un anno pieno di ostacoli per me; dopo le Olimpiadi di Londra l’operazione al ginocchio era inderogabile, ma a causa di un’infezione i medici hanno dovuto riaprire per pulire.”

“Ora sto bene, sto recuperando, ma la riabilitazione sta richiedendo più tempo del previsto: con i tendini non si può stabilire con precisione quanto ci metteranno a guarire.”

Durante questo suo periodo di pausa, Alex si sta dedicando alla sua seconda passione: il mondo dello spettacolo; il campione canadese infatti non hai mai nascosto il suo desiderio di lavorare in televisione o al cinema ed ora grazie a “Le Grand Saut” (il talent show sui tuffi) questo suo sogno sembra potersi trasformare in realtà.

Dopo la delusione di Londra Despatiè aveva comunque dichiarato di voler concludere la sua carriera con i Campionati Mondiali di Barcellona 2013, ma ora tutto sembra essere incerto:”Vedremo cosa succederà… magari sarà soltanto un anno sabbatico… L’importante è che il mio ginocchio guarisca per bene: ho comunque una vita da vivere dopo i tuffi e voglio continuare a fare sport per molto tempo.”

Rivedremo Alexandre Despatiè sui trampolini?

2 Commenti in Alexandre Despatie: la vita dopo i tuffi… ?

  1. VOGLIO FARE I MIEI MIGLIORI AUGURI DI PRONTA GUARIGIONE A UN GRANDE CAMPIONI CHE NE HA PASSATE TANTE MA E’SEMPRE TORNATO ALLA GRANDE.
    FORZA ALEXANDRE!!!!!!!!!!!

    • Tuffiblog // 21 Febbraio 2013 a 22:31 //

      Speriamo torni presto, altrimenti il mondo dei tuffi perderà un suo grande protagonista!

I commenti sono bloccati.